Politica

La civica pro Borgonzoni: «Dopo tanti anni serve un cambiamento in Regione»

La lista civica del centrodestra alle Elezioni del 26 gennaio schiera come candidati Marcello Capucciati, Angelo Cardis, Simonetta Mastromauro e Noemi Silva

Il 26 gennaio sulla scheda elettorale del centrodestra, oltre ai partiti tradizionali (Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) è presente anche la lista civica “Borgonzoni presidente”. I candidati sono Marcello Capucciati, Simonetta Mastromauro, Angelo Cardis e Noemi Silva. «Siamo un insieme di persone – ha spiegato Alex Bianchi, in rappresentanza della civica a livello regionale - che si occupano di varie attività che però non fanno parte di altri partiti. Il civismo è questo, persone che si mettono in gioco per un governo regionale più dalla parte dei cittadini. Questo progetto civico non s’interromperà il 26 di gennaio, ma proseguirà: molti sindaci e amministratori sono coinvolti in un percorso partito la scorsa estate. Vogliamo formare un gruppo di persone che sia la voce dei cittadini».

«Si è passati da una forte crisi economica – ha preso la parola l’imprenditore e lavoratore autonomo Marcello Capucciati di Piacenza - che ha sfiduciato un po’ la voglia di impegno. Da qualche anno mi sono interessato alla politica e ho deciso di candidarmi. Vorrei trasferire il pragmatismo che ho nell’attività privata in Regione, l’interesse principale è quello di operare e collaborare con le istituzioni della Regione per migliorare il rapporto tra l’ente e le imprese. Vista la poca distanza con Milano è necessario portare lavoratori e imprenditori a vivere qui nel nostro territorio, perciò bisogna curare il pendolarismo». Per Capucciati è ora di «cambiare la prospettiva in Regione, dopo così tanti anni in cui le cose si guardano da un solo punto di vista».

. «Mi sono candidata – ha aggiunto la fiorenzuolana Simonetta Mastromauro, imprenditrice e impegnata nel volontariato - per aumentare l’attenzione nei confronti della disabilità. I disabili vogliono essere uguali agli altri: la Borgonzoni istituirà un assessorato ad hoc sul tema e costituirà un osservatorio regionale, per dimostrare questa attenzione». I focus del programma di Mastromauro: il tema del “dopo di noi”, le barriere architettoniche, le code ai pronto soccorso che sono lunghe per i disabili. «Serve un cambio di passo su questi problemi».

«Sono ritornata a vivere in campagna – spiega Noemi Silva, di Sariano di Gropparello, volontaria in un’associazione contro lo spreco - e conosco bene la realtà della collina e della montagna. Conosco bene i suoi problemi, spopolamento e dissesto idrogeologico. Aver saputo che il fondo a disposizione della Regione per il dissesto non è stato sfruttato a pieno dà fastidio». «Non vedo equità sociale, tante case popolari sono tenute ferme, mancano i soldi per sistemarle. Bisognerebbe dare una spinta». «Le liste d’attesa nella sanità, ci sono delle problematiche che non vengono risolte. Mi sta bene che Parma e Bologna diventino i poli sanitari più importanti, però non possiamo andare a Parma per fare una Pet, che costa anche cara. E le Case della Salute non abbiamo ancora capito cosa hanno cambiato nella vita delle persone». Silva è preoccupata dal tema affidi di minori.

Angelo Cardis, medico, è il volto più noto della civica: in passato è stato sindaco di Cadeo ed esponente dell’Udeur. «La politica è mettersi a disposizione dei cittadini, così come lo è attività di medico di famiglia. Anche in Regione serve un cambiamento in questo momento. Vengo da una realtà molto agricola e non mi è piaciuto venire a sapere dagli agricoltori che chi subisce danni viene dimenticato dall’ente, dopo aver speso parole di sostegno. Ci vuole partecipazione e condivisione delle problematiche dei cittadini. Sottoscrivo le problematiche segnalate dai miei compagni di lista, montagna, disabilità e imprenditoria. Cercheremo di dare un aiuto alla Borgonzoni e a Salvini, che è un fenomeno».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La civica pro Borgonzoni: «Dopo tanti anni serve un cambiamento in Regione»

IlPiacenza è in caricamento