Politica

«La Giunta proceda senza indugi alla riqualificazione di piazza Casali»

L’intervento di Federico Scarpa, presidente del Consorzio Servizi Infrastrutture e Logistica Piacenza

Ospitiamo l’intervento di Federico Scarpa, presidente del Consorzio Servizi Infrastrutture e Logistica Piacenza, che interviene sulla riqualificazione del mercato di piazza Casali.

«Signor sindaco, mi spiace ritornare puntualmente sul tema "ristrutturazione mercati rionali" ma, per la verità, ho scoperto tra i miei polverosi archivi la pratica che nel 1990, in qualità di assessore al commercio, coadiuvato dallo Studio Istet di Cadeo, avevo predisposto uno studio socio economico per la ristrutturazione dei due mercati rionali. 

Sul mercato di Piazza Casali lo studio è particolarmente preciso e circostanziato. Ricordo che dopo ampia discussione con gli operatori del mercato - i quali, con la massima disponibilità, avevano compreso che a fronte di un intervento economico rilevante i canoni di affitto andavano ritoccati - avevamo preso contatti con l'allora Cassa di Risparmio che si era detta disponibile a sostenere lo sforzo finanziario che le aziende insediate avrebbero dovuto sostenere.

Ma, come da decenni accade in questa città, l'Unione Commercianti di Piacenza aveva posto un veto all'iniziativa adducendo motivi strumentali, bloccando tutta l'operazione. Non vorrei che, alla luce di quanto si sta verificando oggi, ci trovassimo nella stessa situazione. Ossia, che qualche iscritto all'Unione Commercianti bloccasse, di fatto, l'abbattimento del mercato di Piazza Casali, impedendo, l'indispensabile e improcrastinabile ristrutturazione del mercato di via Alberici, tutt'ora funzionante ma bisognoso di una radicale manutenzione.

Come si fa, signor Sindaco, a sostenere che "occorre rifare il mercato in un angolo di Piazza Casali", impedendo così il pieno godimento della piazza che, abbinata alla ristrutturazione della chiesa del Carmine, potrebbe essere un'eccellenza urbanistica e ambientale.

Leggiamo sui quotidiani e media locali della sua lamentela circa l'esborso di 4,2 milioni di euro a fronte di una pratica malgestita dalla giunta Reggi, che grazie anche al lavoro dell'ex assessore Brambati verrà ricordata per: aver rovinato per sempre Piazza Cavalli con la sostituzione delle "lastre" del 1400 per la nuova pavimentazione, aver rovinato la statale Caorsana con il pericolosissimo cordolo mediano, aver perso la causa per il contenzioso "ex macello".  Ma lei signor Sindaco, vuole essere ricordata per quello che ha fatto di buono o per la mancata ristrutturazione di una piazza così importante?». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La Giunta proceda senza indugi alla riqualificazione di piazza Casali»

IlPiacenza è in caricamento