La Lega Nord presenta i suoi candidati. «Più sicurezza e revisione della spesa»

La presentazione della lista della Lega Nord e le priorità del Carroccio per Piacenza

Lega in marcia per la sicurezza, contro il degrado e per una città vicina ai cittadini. Oggi pomeriggio, 13 maggio, giornata elettorale del Carroccio, con i candidati della lista Lega Nord – Salvini, che ha visto la presenza del candidato sindaco del centrodestra, Patrizia Barbieri. La Lega chiede un assessorato alla Sicurezza, più agenti della polizia Municipale orientati alla sicurezza (e non alle multe), stop all’occupazione abusiva di stabili e basta con gli ambulanti e i parcheggiatori abusivi, graduatorie di accesso agli asili e alle case popolari che premiano che da più anni risiede nella nostra città.

Barbieri, a margine dell’incontro ha parlato di tasse, sicurezza e burocrazia. «Non è tra le mie priorità gravare i piacentini con nuove tasse» esordisce Barbieri su uno dei temi che più toccano da vicini i cittadini. «Con l’attuale bilancio non credo ci siano i margini per abbassare l’Irpef, ma spendendo meglio i soldi - ci sono sacche di spesa che non hanno ragione di esistere e soldi gestiti male- si possono recuperare risorse. In previsione, quindi, si può arrivare ad abbassare l’Irpef, a partire dalle fasce più in difficoltà».

Decisa la candidata del centrodestra sulla criminalità e il degrado: «Noi vogliamo restituire sicurezza alla città, purtroppo le tante situazioni di degrado portano alla microcriminalità, non c’è controllo in centro storico e nelle periferie. I quartieri sono abbandonati, a partire da via Roma per finire alle frazioni».

Barbieri propone poi, in sintonia con la Lega, di far tornare la polizia Municipale a fare «prevenzione sul territorio, in sinergia con le altre Forze dell’ordine, e attuare i nuovi patti per la sicurezza». Non usa mezzi termini, il candidato del centrodestra su uno dei tempi più attuali, la difesa della propria case e dei propri familiari: «Sì alla legittima difesa, sempre. Naturalmente, rispettando la legge. Il cittadino è stanco. L’assessorato alla sicurezza diventerà una risorsa, e non un costo, perché aumentare la qualità della vita significa far ruotare meglio anche l’economia, il turismo, la convivenza sociale. Una città più sicura è più attraente».

Infine, un altro calvario degli italiani, la burocrazia: «Va impostata una riorganizzazione della macchina. Non si possono dare risposte efficienti ai cittadini se i tempi sono lunghi. Va ridotto lo scollamento tra i vari uffici del Comune. Se un cittadino ha bisogno di più risposte da diversi uffici, non è possibile che la mano destra non sappia che cosa fa la sinistra. Il cittadino così rimane invischiato in un circolo vizioso, perde tempo e resta senza risposte».

La lista dei candidati: 

1    Luca Zandonella (capolista)    ingegnere    28 anni      

2    Franco Agazzi    commerciante    55 anni      

3    Eugenio Barbieri    pensionato    67 anni      

4    Antonella Bollati    imprenditrice    58 anni      

5    Maria Bonelli    pensionata    64 anni      

6    Andrea Braga    insegnante    36 anni      

7    Sandra Buratti    impiegata    52 anni      

8    Aldo Buzzetti    imprenditore    61 anni      

9    Maurizio Cammi    libero professionista    57 anni      

10    Lorella Cappucciati    infermiera    51 anni      

11    Stefano Cavalli    commerciante    47 anni      

12    Franco Cremona    pensionato    67 anni      

13    Jenny Cremona    impiegata    31 anni      

14    Marvin Di Corcia    impiegato    21 anni      

15    Jacopo Freschi    studente universitario scienze politiche    25 anni      

16    Davide Garilli    studente universitario fisioterapia    22 anni      

17    Angela Garioni    impiegata    57 anni      

18    Giovanni Antonio Gazzola    ingegnere libero professionista    64 anni      

19    Pietro Girometta    pensionato    65 anni      

20    Giampaolo Maloberti    agricoltore    55 anni      

21    Paolo Mancioppi    geologo    49 anni      

22    Marisa Michelotti    impiegata    54 anni      

23    Marco Montanari    geometra    27 anni      

24    Nelio Pavesi    pensionato    65 anni      

25    Pietro Pisani    imprenditore    63 anni      

26    Massimo Polledri    medico    55 anni      

27    Chiara Reboli    studente universitario architettura    22 anni      

28    Ilaria Repetti    studente universitario giurisprudenza    21 anni      

29    Carlo Segalini    medico    64 anni      

30    Cristina Valla    casalinga    47 anni      

31    Annarita Volpi    presidente “SPSN” museo storia naturale    69 anni      

32    Galeazzo Ziliani    pensionato    75 anni 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento