La lettera aperta all’ex sindaco Pareti da parte dei Socialisti Piacentini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«Dove sono i 30.000 cittadini firmatari dell’inutile Referendum? Perché se è vero (e non è vero) che i suddetti 30.000 vogliono il parco (che ripeto non è vero in quanto, e Pareti lo sa bene, una firma la si da a chiunque), perché non hanno votato per dare loro il quorum necessario?   Perché Pareti e il Comitato sanno benissimo che sono una esigua minoranza a volere il parco. Ma come si arroga il diritto di dubitare delle dichiarazioni dell’Assessore Bisotti quando dice di aver tradotto le consolidate espressioni dei cittadini? Non si ricorda che quando faceva l’Assessore all’Urbanistica diceva le stesse cose che dice l’Assessore Bisotti?

Sui numeri poi mi sembra che il pur attento Sindaco Pareti giochi sporco, mi spiego, cito:
- 32.000 voti (non validi)
- 2.500 persone che abbracciarono l’area della Pertite
- gli studenti e le famiglie della Scuola Media Calvino 
avanti di questo passo arriveremo presto alle 100.000 unità!

Pareti ha citato il Parco della Galleana, infausta permuta, ai Militari per un’area di valore vicino allo zero ci siamo svenati costruendo case / condomini per i militari e le loro famiglie con che risultato? Lo Stato ride, gli inquilini anche e a noi è rimasta un’area incolta, sporca, male utilizzata se non da tossico dipendenti, prostitute e chissà cosa, se non fosse per la casetta (più volte danneggiata) che viene gestita da ...ci sarebbe da chiudere tutto e buona notte! A proposito Pareti e il Comitato dovrebbero dirci quanto è costata alla collettività la gestione del parco della Galleana per tenerlo in quelle vergognose condizioni». 
 
Federico Scarpa, Socialisti Piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento