La lista civica "Pontenure che verrà" denuncia: «Degrado alla fontana di piazza Re Amato»

Il degrado

É con grande amarezza che la Lista civica "Pontenure che verrà" constata lo stato di grande degrado della piazza di Pontenure. In particolare nella fontana-monumento, fiore all'occhiello di piazza Re Amato, sono evidenti i segni dell'incuria. Sono chiaramente visibili dalle foto: le piastrelle a mosaico si sono staccate dal fondo della vasca, alcune persone (dallo scarso senso civico) hanno lasciato lattine di birra ed apposto scritte a pennarello, mentre davanti ad essa sono collocate due corone d'alloro gialle e rinsecchite.

Ci sembra che ciò sia irrispettoso: vogliamo, infatti, ricordare che il monumento é stato inaugurato il 25 aprile del 1963 per omaggiare i caduti di tutte le guerre. La struttura, a cono rovesciato, é stata studiata dall'architetto, di chiara fama, Pietro Berzolla; mentre i bassorilievi bronzei che la ornano sono opera dello scultore Vittore Callegari e sono densi di significato. Rappresentano, infatti, il soldato prigioniero nel lager, il partigiano che spezza le catene della dittatura e la madre che tiene fra le braccia il figlio morente per aver lottato per la democrazia.

Non basta: la complessa iconografia è completata dall'acqua, da sempre simbolo di quella vita che l'atrocità della guerra non piega. Purtroppo l'acqua manca da troppo tempo dalla fontana di Pontenure. Un guasto, forse un problema d’impermeabilizzazione, ha fatto sí che, a vasca piena, si siano allagate alcune cantine della piazza. La conseguente soluzione, studiata dall'Amministrazione comunale attuale, é stata quella di vuotarla e lasciarla vuota.

Oltre a questo vogliamo far notare le aiuole infestate da erbacce e le bandiere della Repubblica Italiana, appese ai lampioni, malamente arrotolate e dai colori falsati a causa dell'abbondante sporcizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento