rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica

«La pianificazione di un territorio va fatta su scala provinciale»

Incontro di fine anno nella sede di via Garibaldi. Presenti i nuovi consiglieri appena eletti. Barbieri: «Qui si fa il bene della comunità e si lavora con condivisione»

«Noi sindaci siamo in contatto h24, ci scriviamo, condividiamo delusioni e amarezze, oltre ai dubbi sulle interpretazioni normative. Questo fa la differenza, forse l’abbiamo imparato con il Covid». La presidente Patrizia Barbieri traccia un bilancio di fine anno dell’attività della Provincia, nell'incontro tradizionale con la stampa. La Provincia saluta il 2021 e si prepara al nuovo anno, con un Consiglio appena rinnovato.

Erano presenti al saluto di fine anno i nei consiglieri eletti solo sabato scorso, ma anche una rappresentanza di quelli del precedente mandato che si è appena concluso. Ha presenziato, in collegamento, anche il presidente nazionale di Upi (Unione province italiane), Michele De Pascale, sindaco e presidente della Provincia di Ravenna. «In Emilia-Romagna – ha detto De Pascale - si tende a collaborare tra i comuni della stessa realtà provinciale. È una scelta perdente quella di chiudersi all’interno dei confini del proprio comune capoluogo. Si pianifica una città se la si inserisce in un contesto provinciale. La vita dei cittadini si sviluppo in modo particolare all’interno della propria Provincia e la stessa cosa deve valere per lo sviluppo economico e commerciale». Critiche dal presidente Upi allo squilibrio tra il potere delle province e quello (più largo) delle città metropolitane.

Barbieri ha ribadito a tutti l’importanza di fare squadra: «così i risultati arrivano». Poi si è rivolta ai nei consiglieri provinciali. «Sarà un’esperienza importante per voi, io l’ho condivisa con alcuni uscenti che sono stati preziosi. In questa sede si è cercato il bene del territorio. Le decisioni prese qui hanno sempre visto una grande condivisione e partecipazione. Concludere la consigliatura con una serie di documenti votati all’unanimità significa che si lavora per la comunità».

Apprezzamenti anche per i dirigenti e per i dipendenti. «Non posso dimenticare Francesco Cacciatore (dirigente recentemente scomparso, nda) e quello che ha fatto per questo ente, era sempre alla ricerca della soluzione migliore. Manca a molti di noi». Parole di gratitudine anche nei confronti della stampa: «Ci raccontate quello che succede in provincia, dando voce ai sindaci e ai problemi della gente ci aiutate nel nostro lavoro» .

L’Amministrazione ha ricordato gli investimenti in corso sul fronte dell’edilizia scolastica: 8 milioni di euro e 700mila euro per adeguare le scuole alle restrizioni Covid. «Abbiamo concluso la nuova palestra di Castelsangiovanni e stiamo lavorando per uno studio sul campus scolastico nel Laboratorio Pontieri». Sono in corso o in progettazione interventi per 17 milioni di euro. «Abbiamo fatto la rotonda di Gossolengo e quella di Case Nuove di San Giorgio». Sono arrivati anche 6 milioni di finanziamenti per la viabilità delle aree interne che verranno destinati a Pontedellolio, Bettola, Farini, Ferriere, Morfasso e Vernasca. Barbieri ci tiene a sottolineare anche l’attività sul fronte della violenza di genere tramite l’impegno dell’ex consigliera Valentina Stragliati. Ora bisognerà correre per realizzare più opere possibili grazie alle risorse economiche messe in campo dal Piano nazionale di ripresa e di resilienza. «Siamo preoccupati dai tempi stringenti di scadenza del Pnrr – ha concluso Barbieri - ma vogliamo cogliere tutti gli obiettivi».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La pianificazione di un territorio va fatta su scala provinciale»

IlPiacenza è in caricamento