«La Regione impedisca la distribuzione dei superalcolici in bustina»

Nell'interrogazione il consigliere regionale Tagliaferri chiede di sollecitare indagini sulla diffusione delle “Action bitters”

Indagare sulla diffusione delle “Action bitters”, superalcolici in bustina «provenienti quasi certamente dalla Nigeria», nelle città emiliano-romagnole,  sollecitando indagini tramite Guardia di Finanza e Polizie locali. Per il questo il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Giancarlo Tagliaferri chiede alla Regione in un'interrogazione «quali provvedimenti si intendano assumere per contrastarne la distribuzione».

«Ultimamente questi prodotti sono reperibili in circolazione - scrive il consigliere nell'atto ispettivo - e la loro vendita avviene "probabilmente nei negozi etnici delle città o in via privata. Sulle buste non risulta presente né il marchio del Monopolio di Stato né quello della Comunità europea, e nemmeno la denominazione della società importatrice. Il produttore sarebbe la International Distillers Limited, società del Gruppo J&B. La diffusione e il consumo di queste bevande, confezionate in bustine di plastica con capienza 50cl e quindi comodamente trasportabili in tasca, è molto pericolosa perché altamente alcoliche ed eccitanti - rimarca Tagliaferri - e dato il basso costo (un euro a busta) sono facilmente fruibili anche a minori e soggetti a rischio, come alcolisti cronici. Senza considerare che questo commercio evade il fisco e la normativa CE».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Giovane accoltellato, aggressore preso in poche ore

  • Schianto sul rettilineo della via Emilia

  • Elezioni Regionali, ecco il fac simile della scheda elettorale

Torna su
IlPiacenza è in caricamento