«La Regione investa negli ospedali piacentini»

Rancan (LN): «Una riorganizzazione che prevede depotenziamenti, chiusure e riprogettazioni delle strutture sanitarie non può garantire un salto di qualità alla sanità della provincia di Piacenza»

«La Regione Emilia Romagna si impegni economicamente per garantire ad ogni zona del Piacentino un proprio ospedale. Una riorganizzazione che prevede depotenziamenti, chiusure e riprogettazioni delle strutture sanitarie non può garantire un salto di qualità alla sanità della provincia di Piacenza». Lo sostiene il consigliere regionale della Lega Nord, che all’amministrazione regionale dell’Emilia Romagna indica l’esempio lombardo come modello da perseguire in ambito sanitario.

«Il distretto di Cremona – evidenzia l’esponente del Carroccio – poggia su quattro presidi ospedalieri, al contrario dei tre distretti ospedalieri piacentini dotati di una sola struttura ciascuno e ai quali si affidano pazienti provenienti da territori ampi e disomogenei. Ciò fa sì che negli ospedali della nostra provincia, già depotenziati, si crei una difficoltosa fruizione dei servizi, mentre in Lombardia l’accesso alle cure è più rapido grazie alla molteplicità degli ospedali a disposizione. È evidente – insiste Rancan - che questa politica dei tagli alla sanità, da parte di una regione che forza la riorganizzazione scaricando le proprie direttive sulla Conferenza territoriale sociosanitaria, è frutto di mancati investimenti nell’ultimo ventennio. È quindi a causa di errate politiche regionali, e non per colpa del territorio, che sugli ospedali piacentini si abbatte ora la mannaia dell’amministrazione Bonaccini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento