La Russa: «Votare Fd’I in Europa può escludere dal Governo i 5 Stelle»

L’ex ministro Ignazio La Russa a Piacenza per la campagna delle Europee con il candidato Sergio Berlato

Tommaso Foti, Ignazio La Russa e Sergio Berlato

Un comizio di mezzora in piazzetta San Francesco a Piacenza, come ai “vecchi tempi”. Ignazio La Russa, vice presidente del Senato ed ex ministro, è venuto in città per dare manforte al candidato al parlamento europeo Sergio Berlato (già parlamentare europeo e consigliere regionale veneto) e al partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia. «Abbiamo due obiettivi politici come Fratelli d’Italia – ha detto La Russa - due piccioni che si possono prendere con una fava. Votando per Fd’I in Europa si ha la certezza che si mandano al Parlamento persone che la vogliono veramente cambiare: attualmente è governata dai popolari e dalla sinistra socialista. Contiamo di essere l’anello di congiunzione tra un partito popolare che deve cambiare strada e la destra interpretata dalla Le Pen e da Salvini. Come conservatori uniremo queste due anime per fare dell’Europa qualcosa che non sia più figlia del patto franco-tedesco e della burocrazia e dello strapotere delle banche e della finanza». «Poi c’è un obiettivo più italiano: votando per noi si ha la concreta possibilità di fare una maggioranza senza il Movimento 5 Stelle. Per un governo Fratelli d’Italia-Lega, in attesa di vedere cosa farà Forza Italia. Questo partito non abbiamo ancora capito da che parte sta. C’è la Forza Italia di Gianfranco Miccichè in Sicilia che governa con il Partito Democratico e quella di Toti che invece è pronto a coalizzarsi con noi e con la Lega. Ci chiariremo con Fi quando in Europa romperà con i popolari. Si può tornare a scegliere il centrodestra unito». L’obiettivo di Fd’I è la soglia di sbarramento del quattro per cento? «Non mettiamo limiti alla provvidenza, dopo il cinque per cento va tutto bene». Al comizio erano presenti i vertici locali di Fratelli d'Italia: oltre al deputato Tommaso Foti, anche il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Caruso, l'assessore Erika Opizzi, i consiglieri Nicola Domeneghetti e Gloria Zanardi, l'assessore di Fiorenzuola Massimiliano Morganti, il consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • «Dacci i soldi per tornare nel nostro Paese», parroco strattonato e rapinato in canonica

  • Sbanda e finisce a ruote all'aria in mezzo alla strada

Torna su
IlPiacenza è in caricamento