Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Lampioni e lanterne senza vetri, Tassi: «Nessun problema alle luci, così illuminano meglio»

L’assessore ai lavori pubblici, rispondendo a un’interrogazione di Zanardi (Misto) sull’illuminazione pubblica del centro storico, coglie l’occasione per replicare alle critiche sui lampioni: «Piacenza ora come le capitali europee, finalmente nel ventunesimo secolo. Più sicurezza e luci belle e efficaci»

uno dei lampioni senza vetri del centro storico. Sotto, Gloria Zanardi e l'assessore Marco Tassi

«Avremo più luce, ma abbiamo tirato via i vetri dai lampioni». E ancora: «Gli scheletri dei lampioni? Sono il simbolo della nostra Amministrazione comunale. Che risparmia sui vetri e grava i contribuenti». E un’altra stoccata: «Quel che è giusto, riconosciamolo perbacco. I vetri dei nuovi lampioni sono pulitissimi. La situazione, ora, è grave e seria». Sono tre polemici “tweet” – o cinguettii – dell’avvocato Corrado Sforza Fogliani su Twitter, relativi all’installazione delle nuovi luci “a led” in città volute dall’Amministrazione Barbieri e concordate con la società “Citelum”, che ha in carico il servizio da qualche anno. Da alcune settimane l’assessore ai lavori pubblici Marco Tassi sta Gloria Zanardi-4intervenendo in centro storico e nelle periferie per migliorare e aumentare l’illuminazione. Le nuovi luci posizionate illuminano di più e hanno un colore diverso da quello tradizionale. Ma a colpire alcuni cittadini, non solo Sforza Fogliani, è il fatto che i lampioni del centro storico, aggiornati dalla sostituzione delle luci, sono ora senza vetri.

L’occasione per una replica da parte dell’Amministrazione Barbieri è arrivata durante la seduta di Consiglio comunale dell’11 marzo. C’è stato il tempo per rispondere a una interrogazione di Gloria Zanardi (Gruppo Misto) relativa al novembre scorso. La consigliera del Misto chiedeva alla Giunta di potenziare l’illuminazione pubblica nel centro storico cittadino. «Ho sentito alcune polemiche – ha commentato Zanardi - in questi giorni relative ai nuovi lampioni, in parte condivisibili, in parte no. Potenziare l’illuminazione e la luminosità aumenta la percezione di sicurezza e bene fa l’Amministrazione a impegnarsi in questo. Allo stesso tempo ci sono critiche sul fatto che molti vetri delle lampade sono stati tolti. Forse si poteva evitare questo e proporre un progetto più strutturato per quanto riguarda il design delle luci di piazza Cavalli. Diciamo che sono per il potenziamento dell’illuminazione, ma comprendo le critiche per questo particolare intervento che non prevede la presenza dei vetri».

 «Voglio precisare – ha replicato l’assessore ai lavori pubblici Marco Tassi - che la riqualificazione dell’illuminazione nel centro storico Marco Tassi-4è già stata avviata, perché riteniamo giusto permettere alle persone di vedere meglio le vie. Qualcuno – così Tassi risponde alle critiche -, anzi, una minoranza, sostiene che si perde l’aspetto romantico dell’illuminazione. Si sappia che questi lampioni e lanterne a led sono così già in tutte le capitali europee. È più importante la sicurezza e avere una luce calda, gialla e non bianca, che si diffonda meglio nell’area da illuminare». E a chi dice che senza vetri le luci dei lampioni si deterioreranno più facilmente? «Le luci si diffondono maggiormente senza vetri, e voglio assicurare che non si rovineranno per la pioggia – ha detto Tassi -, non avranno problemi. I lampioni non si spegneranno, sono luci collaudate che valorizzeranno meglio i palazzi storici e i monumenti. Insomma, proiettiamo finalmente Piacenza nel ventunesimo secolo, come tutte le capitali europee. E gli esperti ci hanno dato ragione. Inoltre, c’è anche un risparmio di energia elettrica. Mi dicono di andare avanti ed è una soddisfazione sentire questo dai cittadini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampioni e lanterne senza vetri, Tassi: «Nessun problema alle luci, così illuminano meglio»

IlPiacenza è in caricamento