Lavoro: incentivi alle imprese e contrasto alla delocalizazione, progetto di legge Lega Nord

Un progetto di legge per salvaguardare l’occupazione, orientare gli incentivi alle imprese e contrastare la delocalizazione è stato presentato da Roberto Corradi, Mauro Manfredini, Stefano Cavalli e Manes Bernardini, del gruppo Lega Nord Padania. In 11 articoli, il documento – che andrebbe applicato a tutte le imprese con sedi operative nel territorio emiliano-romagnolo - si propone di far svolgere alla Regione Emilia-Romagna un ruolo attivo per “mitigare gli effetti negativi della delocalizzazione, anche indirizzando i trasferimenti finanziari destinati alle imprese, in considerazione del mantenimento dei livelli occupazionali”. Si tratta di reindirizzare l’assegnazione dei contributi regionali alle imprese, con una sostanziale esclusiva per quelle che si impegnino formalmente al mantenimento delle unità produttive per almeno dieci anni dalla data di erogazione del finanziamento. L’articolo 4 del progetto di legge stabilisce che la Giunta regionale possa revocare i contributi regionali (“aumentati degli interessi di legge”), nei seguenti casi: trasferimento fuori dal territorio regionale delle unità produttive entro dieci anni dall’erogazione del contributo; mancata attuazione delle norme in materia di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro; delocalizzazione totale o parziale della produzione al di fuori della regione entro dieci anni dall’erogazione del contributo, anche se ciò avvenisse mediante cessione di ramo d’azienda ad aziende terze. Le imprese che venissero sanzionate con questa revoca, si propone di escluderle dal beneficio di contributi regionali per i successivi dieci anni. Il progetto di legge della Lega Nord interviene, inoltre, sui cambi di destinazione d’uso degli immobili e delle aree delle imprese che delocalizzano, prevedendo che il cambi di destinazione d’uso non possa avvenire per i successivi dieci anni. Eventuali deroghe, per ragioni di risanamento ambientale, potranno essere richieste alla Regione dai Comuni direttamente interessati. Infine, si propone di ridurre l’Irap di un punto percentuale per tutte le imprese italiane ed estere con stabilimenti insediati in regione, che mantengano stabili i livelli occupazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento