«Le aree verdi dei cimiteri di Vigolzone versano in un cattivo stato»

La minoranza di “Amare Vigolzone” incalza l’Amministrazione Rolleri a intervenire con un piano di manutenzione. Nel mirino anche il decoro di Grazzano Visconti

Lucia Serena, Giulio Borlenghi e Luigi Rivi, consiglieri comunali di “Amare Vigolzone” segnalano all’Amministrazione Rolleri due problematiche. «Facendo seguito alle numerose e ormai consuete segnalazioni che ci sono pervenute dai cittadini sul cattivo stato di manutenzione delle aree verdi presenti nel cimitero del capoluogo e di tutte le frazioni del Comune, come è ben dimostrato dalle foto, considerando che il decoro del luogo dove riposano i nostri defunti è un aspetto fondamentale per la memoria collettiva, oltreché rispettoso verso la sensibilità che è sempre stata dimostrata dalla cittadinanza nei confronti dei defunti, chiediamo per quale motivo l’Amministrazione non ha ottemperato all’ordinaria manutenzione delle aree verdi dei cimiteri comunali. Quali interventi – proseguono i consiglieri - intenda effettuare l’Amministrazione per porre rimedio all’attuale situazione di degrado delle aree verdi dei cimiteri comunali. Chiediamo di venire a conoscenza, se previsto, del piano di manutenzione delle aree verdi comunali».

I tre consiglieri di minoranza chiedono conto anche – sempre attraverso un’interpellanza – dei lavori di manutenzione eseguiti in Strada della Ca’ Matta a Grazzano Visconti. «In merito ai lavori di manutenzione del manto stradale – si legge nell’atto - eseguito in Strada della Ca’ Matta a Grazzano Visconti, nonostante l’inaugurazione ufficiale della strada sia avvenuta due mesi fa (27 maggio 2017), ad oggi rimangono ancora da effettuare alcuni lavori di sistemazione per far si che l’opera possa dirsi effettivamente terminata, come ad esempio la posa del dosso rallentatore in prossimità della canonica e il ripristino del parapetto sul Rio Grazzano, attualmente delimitato solo da jersey in plastica bianco/rossa.  Inoltre, nell’area interessata dal cantiere, persiste una situazione di trascuratezza e disordine che sicuramente non giovano né all’immagine e al decoro del Borgo, né del Comune di Vigolzone, di cui Grazzano è il biglietto da visita. Ne sono esempio la cartellonistica di cantiere abbandonata ai margini della carreggiata o in prossimità della chiesa parrocchiale, una catasta di legni di cantiere abbandonata nel parcheggio e i già predetti jersey di plastica bianco/rossa sparsi nella zona. Visto il numeroso afflusso di turisti ormai non più limitato al solo periodo  primaverile/estivo, dovuto in particolare allo svolgimento di numerose manifestazioni, che ricordiamo creano un indotto economico anche alle attività commerciali esterne a Grazzano, chiediamo quali sono gli interventi che l’Amministrazione intende eseguire per sistemare l’area e con quale tempistica». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento