rotate-mobile
Il botta e risposta / Castel San Giovanni

Lega: «Donini ha sbagliato a parlare prima al Pd che ai sindaci»

Rancan e Stragliati: «Stiamo dalla parte di Lucia Fontana, è stato uno sgarbo istituzionale»

«L’assessore regionale alla sanità Raffaele Donini ha sbagliato a illustrare la nuova organizzazione della rete di emergenza-urgenza prima in una sede di partito, il Pd di Piacenza, anziché in Conferenza socio sanitaria e Commissione regionale sanità. Su Piacenza ha usato due pesi e due misure visto che in altre province della regione si è recato prima nelle sedi istituzionali, com’è giusto che sia». Così Matteo Rancan capogruppo in Regione e commissario Lega Emilia, Valentina Stragliati, consigliere regionale e la sezione della Lega di Castel San Giovanni, intervengono a una voce nella polemica tra il Pd piacentino e il sindaco di Castel San Giovanni, Lucia Fontana, dopo la tappa di Donini per illustrare agli iscritti al Partito Democratico il piano di riorganizzazione dell’emergenza urgenza e il futuro degli ospedali di Castelsangiovanni, Fiorenzuola e Piacenza.

«Ci schieriamo dalla parte del sindaco di Castelsangiovanni e presidente della Ctss Lucia Fontana – affermano Rancan e Stragliati - che giustamente ha rivendicato l’autorevolezza istituzionale di tale organismo accusando Donini di aver compiuto uno sgarbo istituzionale. Ringraziamo invece Fontana e i 25 sindaci che si sono astenuti in CTSS sul voto del bilancio consuntivo Ausl 2022. Un segnale istituzionale andava dato, la sanità piacentina è allo sbando con ospedali periferici depotenziati e liste d’attesa infinite – attaccano gli esponenti della Lega - e i Castellani e i Valtidonesi sono molto preoccupati per il futuro del nostro ospedale, con un numero sempre ridotto di reparti e un pronto soccorso attivo solo H12 che si parla di portarlo H24 solo per i codici bianchi con le guardie mediche. Si tratterebbe di uno specchietto per le allodole, i nostri concittadini si sentono cittadini di serie B: lontano 20 km da un ospedale con tutti i reparti e con un pronto soccorso a mezzo servizio. Dal Pd – incapace di fare proposte – concludono i leghisti Rancan e Stragliati – solo attacchi personali e una difesa a spada tratta dell’operato dell’assessore Donini che invece ha il dovere di rispondere a tutte le nostre puntuali domande sul futuro della sanità regionale e piacentina in particolare».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega: «Donini ha sbagliato a parlare prima al Pd che ai sindaci»

IlPiacenza è in caricamento