Lega Nord in congresso: «Con il nuovo statuto più autonomia ai territori»

A rappresentare Piacenza, oltre a Pisani, anche Manuel Ghilardelli, Paola Lanzani, Claudio Morisi, Maurizio Parma, Filippo Pozzi e Matteo Rancan

 «Cambia lo statuto, ma restano invariati lo spirito e l’obiettivo iniziali del movimento, sanciti dall’articolo 1 che prevede il perseguimento dell’indipendenza della Padania». Pietro Pisani, segretario provinciale della Lega Nord piacentina fa luce sui contenuti principali del congresso federale del Carroccio che si sta svolgendo oggi, 20 giugno, a Milano in corso Venezia nella sede locale dell’Unione Commercianti. Il consesso, al quale prendono parte solo i delegati ammessi, è riunito infatti per introdurre nello statuto del partito l’autonomia fiscale delle regioni (nazioni secondo il sistema leghista) aderenti al progetto politico del segretario federale Matteo Salvini. In pratica viene superato il concetto di partito unico, aprendo a partiti su base regionale (nazionale) che si federeranno sotto un unico simbolo. Nasce quindi oggi la nuova Lega Nord Emilia grazie ai dirigenti federali emiliani, padri fondatori del neonato movimento. A rappresentare Piacenza, oltre a Pisani, anche Manuel Ghilardelli, Paola Lanzani, Claudio Morisi, Maurizio Parma, Filippo Pozzi  e Matteo Rancan 
«Si tratta – prosegue Pisani – di un rafforzamento del vecchio statuto, ampliato nei suoi poteri, che permetterà alla Lega di ripartire con più vigore pur in continuità con la linea precedentemente tracciata».
«In questo modo – aggiunge il consigliere regionale Rancan – conferiremo più solidità al nostro progetto, con particolare attenzione ad una maggiore autonomia per i territori. In ciò Piacenza si rivelerà un tassello fondamentale in Emilia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento