Lega Nord nel caos, chiesta l’espulsione di Giampaolo Maloberti

L'esponente di Rivergaro ed ex consigliere provinciale verrà giudicato dal Comitato di tutela e garanzia a causa di una segnalazione di due militanti piacentini. Alla festa di Podenzano i Giovani Padani contestano l'ala bossiana del partito: Vinci, Polledri e Pozzi

Giampaolo Maloberti

Dopo la vicenda che ha visto protagonista Massimo Polledri – epurato e poi reintegrato grazie all’intervento del fondatore Umberto Bossi -, anche un altro esponente piacentino rischia di venire espulso dalla Lega Nord. A entrare nel mirino della segreteria federale stavolta c’è finito l’esponente di Rivergaro, nel passato recente consigliere provinciale. Il nome di Maloberti è uscito fuori durante una riunione della segreteria nazionale della Lega, alla vigilia della festa provinciale organizzata a Podenzano. Il piacentino Corrado Pozzi e il parmigiano Giovanni Tombolato hanno infatti raccolto la segnalazione di un presunto comportamento anomalo dello storico esponente del Carroccio. Maloberti, secondo quanto affermano due militanti della provincia piacentina che si sono rivolti ai due “big” della segreteria, avrebbe consigliato – stando a quanto si è riusciti a ricostruire - a loro come votare al congresso nazionale che ha sancito la vittoria di Gianluca Vinci. La segreteria federale ha votato a favore la richiesta di espulsione: come già successo con Polledri, nei prossimi giorni sarà il Comitato di tutela e garanzia di via Bellerio a Milano a valutare il destino di Maloberti dentro al partito. 

Non è il primo dissidio tra le due correnti del Carroccio emiliano. Tra Giampaolo Maloberti – molto vicino al segretario provinciale Pietro Pisani e al consigliere regionale Matteo Rancan, che sono “salviniani” – e il segretario emiliano Gianluca Vinci (della vecchia guardia bossiana come Polledri) non corre buon sangue. Maloberti si è infatti impegnato per la candidatura di Rancan al vertice del partito in regione in contrapposizione proprio a Vinci, così come Vinci è stato appoggiato dal consigliere comunale di Piacenza Massimo Polledri. A spuntarla, un po’ a sorpresa dato che il partito a livello federale è saldamente nelle mani di Matteo Salvini, è stato proprio Vinci, che attraverso i suoi fedelissimi – su tutti proprio i due piacentini Polledri e Pozzi – sembra proprio spingere per una "vendetta" nei confronti di Maloberti, uno dei più convinti sostenitori della linea salviniana nella Lega Nord Emilia. Alla prima serata della festa provinciale del Carroccio a Podenzano la tensione è stata palpabile. Il Movimento Giovani Padani, durante la serata, ha verbalmente difeso l'esponente di Rivergaro, prendendosela con Vinci, Pozzi e Polledri. I tre sono ritenuti dai militanti più giovani i mandanti politici dell'operazione di espulsione. Gli stessi giovani avrebbero manifestato apertamente - sarebbe volata anche qualche parola grossa - la propria contrarietà nei confronti di una decisione che provoca nuovamente il caos all'interno del Carroccio piacentino ed emiliano.

Durante la serata Vinci ha parlato sul palco insieme all'ospite d'onore, l'europarlamentare Lorenzo Fontana, che ha commentato a caldo il tentativo di golpe dei militari in Turchia. L'eurodeputato del Carroccio ha calcato la mano sulla "necessità di difesa dall'invasione islamica", raccontando che a Bruxelles sono innumerevoli i macellai costretti a chiudere i propri esercizi perché vittime di atti vandalici da parte della popolazione musulmana. Sul palco il segretario provinciale Pietro Pisani ha ringraziato la sezione di Podenzano, che da oltre vent'anni organizza la festa del partito. Pisani, nel suo intervento, ha ricordato ai presenti l'importante appuntamento elettorale del 2017: le elezioni comunali del capoluogo Piacenza. Spendendo parole di elogio per il gruppo dei Giovani Padani che "sta lavorando per la città", il segretario ha evidenziato l'impegno del segretario cittadino Luca Zandonella, facendo quasi intendere a più di un partecipante alla serata la volontà di investire il giovane del ruolo di alfiere e candidato sindaco della Lega - e del centrodestra - in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento