Lega Nord, un gruppo di militanti di Castello si trasferisce nella sezione di Borgonovo

Continuano i mal di pancia nel partito anche sul territorio dopo l'espulsione di Angelo Boledi

Angelo Boledi

Non condividono l’espulsione comminata ad Angelo Boledi, elemento di spicco nonché portavoce del comitato “I Castlan i disan No” e allora si trasferiscono nella vicina sezione del partito di Borgonovo. Un gruppetto di dieci militanti ha abbandonato la sezione Lega Nord di Castelsangiovanni per approdare in quella di un altro paese della Valtidone. È l’ennesima puntata della saga interna al Carroccio, dopo l’espulsione – non ancora valutata dal Comitato di tutela e garanzia di via Bellerio a Milano – di Angelo Boledi. La fuga dei militanti è considerevole: rappresentano circa la metà degli attuali tesserati leghisti di Castello. A rimanere nella locale sezione sarebbero tesserati vicini agli esponenti castellani Corrado Pozzi e Valentina Stragliati: i più vicini a Boledi, messo in discussione dalla Lega per la sua presa di posizione sull'ospedale, avrebbero perciò fatto i bagagli per approdare a Borgonovo. I conflitti all'interno della sezione di Castello tra le due correnti proseguivano da tempo. Ora è arrivato lo strappo finale: l'ennesima questione interna che coinvolge il partito di Matteo Salvini sul nostro territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento