Lega: «Polizia locale abbandonata in prima linea, servono mascherine e tamponi»

L'interrogazione della Lega (prima firma Rancan) chiede alla Regione protocolli uniformi sulla quarantena per gli agenti: «Così i comandi rischiano di diventare focolai»

Dotare definitivamente la polizia locale dei dispositivi di protezione individuale necessari, sottoporre tutti gli agenti agli accertamenti per riscontrare la positività o meno al Covid-19 e rivedere il protocollo sanitario sulla quarantena, adeguandolo a quanto previsto per gli agenti delle altre forze dell'ordine. Lo chiede un'interrogazione della Lega in Regione (primo firmatario è Matteo Rancan), che vuole portare l'attenzione sugli agenti della Polizia locale che, in questo periodo di crisi emergenziale, si trovano in prima linea per controllare che tutti i cittadini rispettino restrizioni anti-contagio.

«La divisa non è un'armatura e gli agenti, impegnati a salvaguardare l’ordine e la sicurezza pubblica a stretto contatto con i cittadini, rischiano di contrarre il Covid, ma anche diventare untori inconsapevoli del virus», spiegano i consiglieri del Carroccio. Il corpo di Polizia Locale, infatti, segnalerebbe un numero crescente di agenti contagiati, alcuni in gravi condizioni, e una carenza di mascherine protettive.

«A eccezione degli agenti di Ferrara che sono stati sottoposti ad accertamenti, gli operatori delle altre province non hanno avuto la stessa possibilità», si legge nell'atto ispettivo. «A Piacenza l'Ausl ha autorizzato chi ha lavorato fianco a fianco in pattuglia con colleghi che si sono rivelati positivi al Covid a continuare a lavorare, con alta possibilità di aver contratto il virus sul luogo di lavoro e di trasmetterlo ad altri colleghi e cittadini». Secondo i consiglieri della Lega è necessario intervenire con un protocollo uniforme per evitare che i comandi di polizia locale diventino veri focolai di contagio: «Gli agenti e le loro famiglie si sentono abbandonati a loro stessi. Servono dispositivi e mascherine, accertamenti a tappeto e protocolli uniformi sulla quarantena, perché la salute è un diritto di tutti e deve essere preservato in ogni modo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'interrogazione è sottoscritta da: Matteo Rancan, Valentina Stragliati, Maura Catellani, Daniele Marchetti, Simone Pelloni, Matteo Montevecchi, Fabio Bergamini, Fabio Rainieri, Andrea Liverani, Emiliano Occhi, Michele Facci, Massimiliano Pompignoli, Stefano Bargi e Gabriele Delmonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento