menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rancan, Pisani, Ghilardelli e Pozzi

Rancan, Pisani, Ghilardelli e Pozzi

Lega: prove di riconciliazione a Ziano con Salvini, Bossi e Maroni

Alla Festa della Zucca di Ziano del 31 ottobre saranno presenti i principali esponenti locali e nazionali del Carroccio. Atteso il segretario Matteo Salvini. «È la nostra Pontida»

La zucca magari porterà la pace in casa Lega Nord, dopo le liti interne, le espulsioni e sospensioni che hanno contrassegnato gli ultimi mesi. Come ogni 31 ottobre la Lega Nord provinciale di Piacenza rinnova infatti l’appuntamento con la Festa della Zucca, che si svolgerà all’ex cinema di Ziano Piacentino a partire dalle 19.30. Giunta all’undicesima edizione, la manifestazione ideata nel 2005 per celebrare il ritorno di Umberto Bossi sulla scena politica dopo la malattia guarderà ben oltre i confini provinciali, come conferma la presenza di numerosi esponenti del gotha del movimento. Molto atteso dai militanti è l’intervento del segretario federale del Carroccio, Matteo Salvini, al quale si succederanno il presidente federale Umberto Bossi, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, gli europarlamentari Lorenzo Fontana ed Angelo Ciocca, il senatore Roberto Mura, il consigliere regionale lombardo Pietro Foroni, il segretario della Lega Emilia, Gianluca Vinci, ed altri ospiti di primo piano. Unità della Lega, no al referendum costituzionale e cucina tipica saranno le parole d’ordine della serata. Attorno agli stessi tavoli, potrebbe tornare il sereno nel Carroccio: entrambe le fazioni interne hanno assicurato la propria presenza all'importante evento. 

«La tradizionale Festa della Zucca – ha detto il segretario provinciale Pietro Pisani – la organizziamo quando gli altri festeggiano le streghe. È una festa che appartiene alla nostra cultura, alle nostre tradizioni. Era tipica dei nostri avi, che in questo periodo dell’anno si trovavano e facevano il sunto di come era andato l’anno agricolo. Noi ci raduniamo e tireremo le somme politiche. Negli ultimi anni abbiamo sempre parlato di cose negative per il Paese: speriamo che dal prossimo si parlerà di svolta, dopo il Referendum del 4 dicembre». «Quest’anno l’Emilia – ha aggiunto Corrado Pozzi - si è espressa per imprimere a questa ricorrenza un significato di incontro. Abbiamo avuto adesioni da persone di riferimento del passato e di oggi della Lega Nord. C’è gente che viene da tutto il Nord Italia per ripercorrere i momenti trascorsi e concentrarsi sull’immediato Referendum. Sarà un incontro di emozioni, vita vissuta insieme, per affermare il nostro modo di intendere nel quotidiano la politica. Qualcuno potrà eccepire discordanze, dissidi interni, a noi interessa vivere in modo sereno una dura realtà come quella attuale». «Abbiamo l’onore di ospitare questa festa – ha detto il sindaco leghista di Ziano Manuel Ghilardelli - arrivata alla quarta edizione. Sarà presente anche Umberto Bossi, alcuni parlamentari del Carroccio e consiglieri regionali di Lombardia ed Emilia. Si parlerà molto del Referendum, noi andiamo tra la gente a spiegare le ragioni di questo “No”: attendiamo tanti ospiti». «È la nostra Pontida – è il parere del consigliere regionale Matteo Rancan - tutti gli anni ci ritroviamo a organizzare la Festa della Zucca, dopo un anno di battaglie sul territorio, con risultati importanti a livello provinciale, regionale e nazionale. È un momento importante di confronto con esponenti locali ed esponenti di rilievo. Ci divertiamo parlando di politica».

Negli ultimi anni la Festa della Zucca di Ziano ha dovuto fronteggiare la rivalità con quella di Pecorara. Mentre i salviniani hanno preferito riunirsi a Ziano, la corrente bossiana si è radunata nell’altro comune. «Molto probabilmente Bossi si sdoppierà, farà un salto da una all’altra» - ha detto al riguardo Pisani. «Ma a Ziano ci saremo tutti, per avere un confronto pacifico. Ci sono entrambi i leader, Bossi e Salvini. È una festa della Lega. Poi se Bossi vuol festeggiare a casa di amici a Pecorara con magari anche Tremonti è giusto che sia così. Nessun problema».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento