Lega: «Via il ticket di accesso al pronto soccorso per chi ha sintomi riconducibili al Covid-19»

E' quanto chiedono i consiglieri regionali della Lega. Rancan: «I mille euro ai sanitari annunciati da Bonaccini devono essere sommati agli straordinari»

«Sospensione immediata, in tutto il territorio regionale, del pagamento del ticket di accesso al Pronto Soccorso per tutti gli emiliano - romagnoli a cui viene diagnosticata polmonite interstiziale riconducibile a Covid -19». E' quanto chiedono i consiglieri regionali della Lega Emilia Romagna, in un'interrogazione a prima del capogruppo Matteo Rancan. «Diversi cittadini ci segnalano di aver dovuto pagare il ticket di accesso al pronto soccorso, nonostante la radiografia eseguita in ospedale, accertasse una polmonite interstiziale riconducibile a Covid - 19 e i soggetti respirassero, da circa un mese, esclusivamente mediante una bombola d’ossigeno», denunciano i consiglieri del Carroccio. «Da normativa, il ticket di accesso al pronto soccorso andrebbe pagato esclusivamente nelle ipotesi di minore gravità, quando cioè al malato viene assegnato un codice non corrispondente a situazioni di urgenza o necessità; quindi, non è certamente il caso di questi pazienti che presentano una condizione di emergenza - urgenza, tale da richiedere un immediato intervento diagnostico e terapeutico» sottolineano Matteo Rancan, Daniele Marchetti, Fabio Rainieri, Gabriele Delmonte, Emiliano Occhi, Stefano Bargi, Andrea Liverani, Massimiliano Pompignoli, Fabio Bergamini, Maura Catellani, Michele Facci, Matteo Montevecchi, Valentina Stragliati e Simone Pelloni. «Tant'è che, attualmente, rientrano nelle categorie esentate dalla partecipazione alla spesa sanitaria (ticket pronto soccorso), previste dalla Delibera n. 389/11 della Regione Emilia – Romagna, i pazienti che presentano quadri patologici che debbono essere affrontati urgentemente, non lasciando margine di tempo utile per accedere a visita specialistica urgente tramite il proprio medico curante, e che, andando il più delle volte verso una rapida risoluzione, possono essere dimesse direttamente dai servizi di Pronto Soccorso, senza necessità di ulteriore osservazione e/o ricovero (colica renale, crisi di asma, dolore toracico, tachiaritmie sopraventricolari, glaucoma acuto, corpo estraneo oculare, epitassi in atto, corpo estraneo all’orecchio, complicanze di intervento chirurgico che determinano il ricorso al Pronto soccorso entro tre giorni dalla dimissione ospedaliera, problemi e sintomi correlati alla gravidanza)» conclude la nota. 

RANCAN (LEGA): «LA SOMMA VA AGGIUNTA AGLI STRAORDINARI»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un riconoscimento in media di 1.000 euro a ognuno dei circa 60mila medici, infermieri, operatori sociosanitari dell’Emilia-Romagna, per il lavoro straordinario che stanno facendo ogni giorno in prima linea per fronteggiare l’emergenza sanitaria e curare le persone? «Felici che la Giunta Bonaccini – spiega il capogruppo Matteo Rancan - con lo stanziamento da 65 milioni di euro, abbia accolto un'altra delle proposte che il gruppo Lega Emilia-Romagna aveva avanzato. Ora aspettiamo di vedere la delibera e di capire criteri e modalità con cui la somma verrà erogata. Attenzione però: questi 1000 euro a ciascun sanitario devono essere corrisposti come somma aggiuntiva rispetto al pagamento degli straordinari che, invece, deve essere corrisposto subito».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Bimbo di un anno in ospedale per cocaina, arrestati i genitori e i nonni

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Mi dispiace per quanto ho fatto, mi hanno aggredito e mi sono solo difeso»

  • Ricette piacentine: la torta di patate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento