menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Levoni

Antonio Levoni

Levoni: «Pums troppo importante, serve più tempo per presentare le osservazioni»

Il 4 maggio scadono i termini per il piano urbano di mobilità sostenibile di Piacenza. La richiesta del consigliere dei Liberali Piacentini condivisa da altre forze d'opposizione: «Troppo importante per il nostro futuro, prendiamoci più tempo»

Pums e osservazioni, i Liberali Piacentini tornano a battere un colpo sul portone di Palazzo Mercanti. Il consigliere Antonio Levoni si è fatto sentire: occorre, per il gruppo consiliare e per l’associazione “Luigi Einaudi”, dare altro tempo alla comunità, alle realtà associative e ai privati cittadini, per esprimere le proprie osservazioni al documento del Piano urbano di mobilità sostenibile. Il piano, presentato dall’assessore Paolo Mancioppi, aveva una scadenza dei termini per la presentazione delle osservazioni fissata al 4 aprile. Il Covid-19, ha bloccato tutto il dibattito politico locale.

«La Giunta – ricorda Antonio Levoni - aveva parzialmente accolto la mia prima richiesta, spostando al 4 maggio il nuovo termine. Come tutti potevano e dovevano immaginare la situazione che stiamo vivendo non ha certo permesso a chi era ed è interessato alla presentazione di osservazioni al Pums di poterlo fare». Così Levoni, appoggiato da diversi gruppi d’opposizione, ha chiesto - per voce del collega dei Liberali Piacentini Gian Paolo Ultori - nella riunione dei capigruppo del 29 aprile con il presidente del Consiglio comunale Davide Garilli, un'ulteriore proroga dei termini. «Ora è assolutamente doveroso procedere – precisa il consigliere Levoni - e di conseguenza l’assessore Mancioppi deve predisporre al più presto la proroga. Tutto ciò non sarebbe stato necessario se la Fiunta avesse programmato una proroga adeguata alla situazione che tutti stiamo subendo, proroga appunto che avevo chiesto congrua e cioè di almeno 60 giorni, ulteriormente rinnovabile». Il piano potrebbe cambiare decisamente il futuro della mobilità cittadina. «Il Pums è qualcosa di troppo importante – riflette Levoni - e di conseguenza non ci vuole fretta nell’approvarlo. Si rischia di fare i gattini ciechi».  

IL PUMS, COSA E' E COME PUO' CAMBIARE LA CITTA' DI PIACENZA? 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento