Politica

Levoni: «Tutte le tasse sul nostro territorio sono da sospendere»

La risoluzione presentata dal consigliere comunale dei “Liberali Piacentini”

Antonio Levoni

«Piacenza ed il suo territorio – è il testo della risoluzione presentata dal consigliere comunale Antonio Levoni dei Liberali Piacentini - sono stati colpiti e purtroppo lo sono ancora, ed in modo catastrofico, dal Coronavirus. La situazione ha causato e continuerà a farlo una tragedia umana sociale ed economica. Piacenza è in Emilia e non in Lombardia e non c è stata un adeguata attenzione nei confronti del suo territorio da parte sia della Regione che del governo centrale. Ancora oggi è chissà fino a quando, i piacentini sono costretti ad enormi sacrifici di tipo sociale ed economico.  I "tentativi " di aiuto economico programmati dal governo centrale e non solo se e quando arriveranno ai beneficiari, non saranno certo la soluzione necessaria. Inoltre i piacentini da sempre sono una comunità orgogliosa, volenterosa, generosa e con tantissima dignità, restii a chiedere aiuti ed a piangersi addosso (ecco perché siamo a tutt'oggi senza un adeguata assistenza politica amministrativa). Perciò invito il Sindaco, per quanto riguarda la città capoluogo ed il Presidente della Provincia insieme a tutti i Sindaci del nostro territorio, affinché si adoperino con i nostri parlamentari, Bersani compreso, ed il ministro De Micheli, oltre ai consiglieri regionali tutti nei confronti della Regione Emilia-Romagna e del suo presidente Bonaccini ed altrettanto nei confronti del governo centrale e del presidente del Consiglio Conte che da parte sua ha recentemente speso parole e propositi importanti durante la sua folgorante visita alla nostra città. Questo affinchè vengano immediatamente sospese tutte le categorie di tassazioni comunali, provinciali, regionali e statali al fine di dare un reale respiro alla nostra popolazione che diversamente a fronte di modestissimi aiuti e o contributi dello Stato, della Regione o dei comuni, si troverebbe a ricevere 10 e subito dopo a dovere pagare 100 in varie tasse o similari dirette od indirette. I piacentini di certo, a fronte di un provvedimento salutare e realmente efficace come quello auspicato in questa mia risoluzione urgente, ricambierebbero certamente la fiducia alle varie istituzioni procedendo, appena la situazione economica lo permetterà, al pagamento di quanto dovuto. Questo sarebbe realmente un concreto aiuto alla nostra gente; diversamente, come detto, si realizzerebbe una paradossale situazione; a fronte di modesti aiuti economici e sociali si consentirebbe contestualmente una "normale" tassazione di tutto e tutti assolutamente insostenibile oggi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Levoni: «Tutte le tasse sul nostro territorio sono da sospendere»

IlPiacenza è in caricamento