Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Lugagnano Val D'Arda

Lugagnano, la minoranza: «L’Amministrazione fa pubblicità al candidato Molinari»

L’intervento del gruppo “Un impegno concreto” sulla iniziativa dell’Amministrazione comunale di Lugagnano

«Apprendiamo dai social – fa sapere il gruppo consiliare di minoranza di Lugagnano “Un impegno concreto” - e dai volantini l’invito dell’attuale Amministrazione comunale di Lugagnano a prendere parte ad un’assemblea pubblica per condividere con i cittadini l’operato della stessa in questi mesi ed i progetti futuri.  Fin qui tutto bene, ma in seconda battuta arriva un’aggiunta al programma che ci rende piuttosto perplessi. Leggiamo infatti che “interverrà” il consigliere regionale Gian Luigi Molinari, in un secondo avviso distribuito capillarmente ad associazioni e consiglieri comunali leggiamo che “concluderà il consigliere regionale Gian Luigi Molinari”. Questo incontro ha il sapore della campagna elettorale più che dell’incontro per condividere e risolvere le problematicità della popolazione e del territorio lugagnanese. Sappiamo benissimo che il consigliere Molinari corre alle prossime Regionali del 26 gennaio ed ogni occasione è stata colta da questa Amministrazione per sostenere Molinari in ogni circostanza che gli desse visibilità, parliamo della kermesse teatrale a Veleia, dell’incontro con Bonaccini a seguito della terribile grandinata che ha funestato i vigneti del territorio (senza avere peraltro ottenuto risposte fattive e concrete da dare agli operatori del settore) ed ancora una volta si offre l’occasione per fare pubblicità elettorale al candidato. Ciò che ci rende ancora più perplessi è che esiste una normativa che regola la materia ed è ben conosciuta dagli amministratori».

«La normativa descrive come devono essere trattate le comunicazioni istituzionali e regolamentano gli interventi e la natura di questi da parte dei candidati. L’art. 9 della legge n.28/2000 dispone che “Dalla data di convocazione dei comizi elettorali (n.d.r.: 7 dicembre 2019) e fino a chiusura delle operazioni di voto (n.d.r: 26 gennaio 2020), è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione, ad eccezione di quella effettuata in forma impersonale ed indispensabile per efficace svolgimento delle proprie funzioni”».

«Noi del gruppo consiliare di minoranza “Un impegno concreto per Lugagnano e le sue frazioni” vogliamo che le regole siano rispettate senza prendere in giro i cittadini camuffando inviti collaborativi con plateali angoli dedicati alla campagna elettorale. Ai cittadini spetta chiarezza e trasparenza in tali operazioni, sintomo di rispetto e della possibilità di farsi un’opinione personale a prescindere da questi mezzi poco regolari. Per questo ci siamo rivolti a chi di dovere per comprendere se la presenza del candidato era regolare alla luce delle norme sopra riportate e ringraziamo anche per l'intervento immediato che ha riportato nei termini di legge le assemblee e il loro scopo, di fatto la presenza di Molinari è stata tolta dagli inviti successivamente diffusi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lugagnano, la minoranza: «L’Amministrazione fa pubblicità al candidato Molinari»

IlPiacenza è in caricamento