rotate-mobile
Politica

Lungo Po, Colosimo: «Il Comune metta un chiosco, i commercianti lo gestiscano a turno»

Il consigliere: «Per rivitalizzare il nostro lungo Po occorre una svolta. Il Comune potrebbe acquistare e affittare un chiosco dove a turno i commercianti di Piacenza possono "traslocare" per una settimana a testa e creare eventi e manifestazioni»

«E’ stato tante volte detto, troppe volte promesso e poi anche riallestito con panchine e tavoli nuovi, ma ad oggi non si può dire che il nostro sia un vero "lungo Po" il degrado è persistente, dovuto si dall’incuria dei vandali e dagli sbalzi d’umore del Po, ma soprattutto è un degrado che deriva dalla non frequentazione. Allora l’idea, nata dalla mente di validi commercianti piacentini, di cui da oggi mi farò portavoce, presentando il progetto di rivitalizzazione e rivalutazione dell’area del Lungo Po». Scrive il consigliere di Piacenza Viva Marco Colosimo in una nota. 

«Alcuni ci hanno già provato, ma il progetto non è stato poi ripetuto, e quindi perché non ipotizzare da parte del Comune un’investimento modesto volto alla realizzazione di una struttura, che potrebbe essere un chiosco, posta proprio nell’area in questione, un chiosco però non fine a se stesso, ma in affitto settimanale, offrendo così la possibilità ai veri esercenti piacentini di poter ‘’traslocare'' per una settimana il proprio locale in riva al Po, dando ampi spazi di manovra nella gestione dell’area in questione, dall’allestimento agli eventi, che obbligatoriamente dovrà essere presentato in allegato alla richiesta d’affitto, il tutto, ovviamente,  dietro il pagamento di un affitto che il Comune farà pagare a tutti coloro che decideranno di farne uso, accompagnato da un regolamento ad hoc». 

«Sarebbe, forse, l’unico modo per ingranare la marcia e partire verso quello che tutti auspicano possa diventare ‘’l’altra’' passeggiata di Piacenza, assicurando ai fruitori, una rotazione completa degli eventi e la possibilità di Vivere il Fiume e agli esercenti, la possibilità di poter fare una serata diversa in un posto diverso, ma che, ha bisogno della frequentazione delle persone per tornare a vivere. La strada potrebbe essere questa. Nei prossimi giorni mi confronterò con Il Sindaco, e arriverò in sede di Bilancio pronto con un’emendamento, affinché le parole si trasformino in fatti. Se vogliamo, possiamo». Conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungo Po, Colosimo: «Il Comune metta un chiosco, i commercianti lo gestiscano a turno»

IlPiacenza è in caricamento