Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Maltempo, Mainetti (Protezione Civile E-R): «Già in corso sopralluoghi per stato di emergenza»

Mainetti, ha risposto in commissione Bilancio, affari generali e istituzionali, a Tommaso Foti (Fdi-An): «Sono già in corso i sopralluoghi con i tecnici nazionali della Protezione Civile per arrivare al più presto alla richiesta dello stato di emergenza»

Il direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile dell'Emilia-Romagna, Maurizio Mainetti, ha risposto in commissione Bilancio, affari generali e istituzionali, a Tommaso Foti (Fdi-An) che dopo le alluvioni che hanno devastato diverse zone dell'appennino piacentino aveva sollecitato l’Agenzia e la Regione: «Sono già in corso i sopralluoghi con i tecnici nazionali della Protezione Civile per arrivare al più presto alla richiesta dello stato di emergenza. A procedere speditamente ai sopralluoghi per inoltrare quanto prima possibile al governo la richiesta dello stato di emergenza e a prevedere priorità stingenti negli interventi strutturali di prevenzione idrogeologica nella montagna piacentina, dove è crollato il 40% degli argini».

All'ordine del giorno della seduta della commissione, presieduta da Massimiliano Pompignoli, c'era lo schema di delibera della Giunta sull'"Approvazione del Rendiconto generale dell’Agenzia regionale di Protezione civile per l’esercizio finanziario 2014", atto approvato con il sì di Pd e Sel, mentre si sono astenuti Ln, M5s e Fdi-An. 
Ma l'occasione è appunto servita ai commissari per soffermarsi sulle esondazioni in provincia di Piacenza. Oltre all'intervento di Foti, Alessandro Cardinali (Pd), nel ringraziare l’Agenzia «Per la meritoria attività, ha espresso cordoglio per le vittime dell’alluvione nel piacentino, e solidarietà ai cittadini colpiti, chiedendo al direttore di migliorare le procedure di autorizzazione al fine di velocizzare gli impegni di spesa e ridurre l’avanzo di amministrazione». Mainetti ha risposto che «Grazie al potenziamento dell’Agenzia previsto dalla legge regionale sul riordino istituzionale, si interverrà per migliorare la gestione del sistema dei pagamenti potenziando l’attività delle strutture decentrate sul territorio».
Quanto al rendiconto 2014, una dirigente dell’Agenzia regionale ha parlato di «Entrate e uscite di competenza pari a 42,2 milioni di euro, impegni per 12 milioni e un avanzo netto di amministrazione di 16 milioni».

Foti (Fdi-An) ha chiesto «Chiarimenti riguardo all’ingente avanzo di amministrazione e se i fondi statali per le contabilità speciali legate alla gestione delle emergenze sono computati nel bilancio dell’Agenzia». «L’ammontare dell’avanzo, comunque vincolato - ha spiegato Mainetti - è determinato dalla complessità e lunghezza dell’iter delle autorizzazioni, che finisce spesso per interessare più esercizi finanziari, mentre i fondi per le contabilità speciali sono extra bilancio e vengono affidati dal Governo direttamente a un commissario nominato di volta in volta».

Stefano Bargi (Ln) ha chiesto spiegazioni «Sull’esiguità dei fondi liquidati per l’acquisizione di beni finalizzati alla previsione, prevenzione e gestione delle emergenze, appena 33.495,18 euro rispetto ai 439.866,36 impegnati». Il direttore dell'Agenzia ha sottolineato che «Le liquidazioni vengono rimandate in chiusura d’esercizio finanziario per dare priorità d’intervento alla gestione delle emergenze».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, Mainetti (Protezione Civile E-R): «Già in corso sopralluoghi per stato di emergenza»

IlPiacenza è in caricamento