Politica

Ugl davanti ad Amazon, Tagliaferri e Domeneghetti (FdI): «Contratti adeguati per i lavoratori della logistica»

Lo scrivono in una nota il consigliere regionale e il consigliere comunale di Piacenza, intervenuti questa mattina alla tappa del tour nazionale “Ugl – il lavoro cambia, anche noi”

I consiglieri di Fratelli d'Italia e Ugl davanti ad Amazon

«Vogliamo esprimere la nostra vicinanza, così come quella di Fratelli d’Italia, ai lavoratori ed alle sigle sindacali come Ugl che operano nella direzione di migliorare le relazioni industriali, distinguendosi da altri che preferiscono, invece, la lotta di classe e la violenza al punto da determinare la fuga di importanti aziende dal nostro territorio». Lo scrivono in una nota il consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri e il consigliere comunale di Piacenza Nicola Domeneghetti, esponenti del movimento politico di Giorgia Meloni, i quali sono intervenuti questa mattina alla tappa di Piacenza del tour nazionale “Ugl – il lavoro cambia, anche noi” nel piazzale antistante lo stabilimento Amazon a Castel San Giovanni. «I vertici di Ugl – rimarcano Tagliaferri e Domeneghetti - hanno lodevolmente scelto di celebrare la Festa dei lavoratori con un tour a bordo di un motorhome che sta toccando 20 regioni d’Italia e 30 piazze con l’hashtag “Sindacatoinmovimento”, per diffondere con forza il messaggio innovativo di cui il sindacato è portatore e con il quale siamo perfettamente in sintonia». Per i rappresentanti di Fratelli d’Italia «il nostro territorio ha una vocazione naturale rispetto al settore della logistica e con ciò occorre misurarsi con intelligenza e ponderazione, favorendo una logistica sostenibile e che si regga su contratti di lavoro adeguati». «Siamo grati – sottolineano Tagliaferri e Domeneghetti - al segretario provinciale di Ugl Pino De Rosa, il quale è in prima linea da anni a difesa dei lavoratori piacentini. Per conseguire risultati importanti è indispensabile l’unione di intenti tra lavoratori, nazione e territorio, nonché delle altre categorie come le partite Iva, affinché l’e-commerce sia oggetto di una regolazione doverosa, pur nel rispetto della libertà di impresa, ma che contrasti le ricadute negative per il nostro tessuto commerciale». «È indispensabile – concludono – che i lavoratori del comparto della logistica abbiano accesso ad un salario adeguato, con contratti di lavoro tutelanti. È del resto all’evidenza che, essendo Bezos l’uomo più ricco del mondo, Amazon rappresenti una realtà imprenditoriale redditizia, e pertanto debba riconoscere un sistema premiante per chi ivi lavora».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ugl davanti ad Amazon, Tagliaferri e Domeneghetti (FdI): «Contratti adeguati per i lavoratori della logistica»

IlPiacenza è in caricamento