Politica

Mercatini di Natale, gli ambulanti fanno ricorso al Consiglio di Stato

Dopo che il Tar di Parma ha dato ragione al Comune, prosegue la battaglia legale. Domani l’assessore Cavalli e il sindaco di Piacenza comunicheranno gli eventi d’animazione per il Natale

Gli ambulanti dei mercatini di piazza Cavalli proseguiranno la loro battaglia legale. Dopo aver visto il Tar di Parma dare ragione al Comune di Piacenza, che dopo tanti anni li ha estromessi dall’organizzazione degli eventi di animazione del Natale 2018 in piazza Cavalli, gli ambulanti hanno deciso di fare ricorso al Consiglio di Stato. Il Comune di Piacenza sarà così costretto a difendersi anche in quella sede, per far valere le proprie ragioni. «Considerato che la scelta di sopprimere la Fiera di Natale si ritiene essere stata effettuata nel rispetto delle disposizioni normative e regolamentari, visto che i successivi atti prevedono iniziative alternative e diverse che coinvolgono l'intero centro storico al fine di vivacizzarlo – iniziative che l’assessore al commercio Stefano Cavalli presenterà con il sindaco Barbieri nella giornata di domani -, il Comune si difenderà», si legge nella delibera di Giunta. La vicenda si protrae da settimane: la ditta bresciana a cui era stata affidata la gestione dell'animazione ha rinunciato, lasciando il Comune a mani vuote a pochi giorni dall'inizio di dicembre. L'ente è corso ai ripari: domani saranno rese note le iniziative programmate dall'Amministrazione comunale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercatini di Natale, gli ambulanti fanno ricorso al Consiglio di Stato

IlPiacenza è in caricamento