Michaela Biancofiore in Alta Val Tidone per Daniele Cassi

L’onorevole altoatesina di Forza Italia e l’ex parlamentare Palmizio supportano il programma e la lista di Daniele Cassi

Grazie ai contatti maturati con la segreteria regionale dopo la nomina di Monica Pietrasanta come referente di Forza Italia in Alta Val Tidone, lunedì 28 maggio il comune di Alta Val Tidone ha visto la visita dell’onorevole Michaela Biancofiore in Piazza Martiri della Libertà, nella frazione di Nibbiano, che ha aggiunto ancora maggiore attenzione alla campagna elettorale in corso. In un coinvolgente discorso l’esponente di FI, nonostante ulteriori impegni imminenti, non si è risparmiata nel coinvolgere i cittadini e appoggiare il programma di Daniele Cassi, sottolineandone «la necessità di amministrare la cosa pubblica con la diligenza del buon padre di famiglia, ribadendo l’importanza di realizzare un programma concreto e fattibile contrapposto a promesse faraoniche non prioritarie e dispendiose al momento per la nostra vallata». «Visitando il borgo – ha detto Biancofiore - mi sono resa conto di quanto sia un’opportunità meravigliosa risiedere in questa vallata e dunque è fondamentale creare la situazione amministrativa più favorevole per gli abitanti di questa zona, ricca di storia, cultura, enogastronomia e attrattive turistiche. FI e Lega sono presenti non come semplice apparizione ma per sottolineare l’appoggio a questo programma molto concreto nella sua semplicità, volto ai reali interessi dei cittadini».

L’intervento dell’onorevole Biancofiore non è stato l’unico passaggio importante della giornata. Infatti a sostenere la candidatura a sindaco di Daniele Cassi era presente anche l’ex parlamentare Elio Massimo Palmizio – coordinatore regionale di FI – accompagnato dai vice coordinatori regionali Anna Borsarelli e Fabio Callori, Consigliere Nazionale ANCI, e da Michele Giardino, consigliere di maggioranza del comune di Piacenza. Sono le parole dell’onorevole Massimo Palmizio ad evidenziare i due punti fondamentali che caratterizzano il programma della lista n.1 -  Insieme per Alta Val Tidone: «programma sintetico, concreto e realizzabile, esperienza non intesa come continuo ripetersi di mandati ma riconosciuta da esperienze professionali». «In una realtà come quella della Val Tidone, un programma di quaranta pagine mira di più a soddisfare l’ego di chi lo presenta piuttosto che le reali esigenze dei cittadini. Il mio plauso va a chi sa mettere in atto pochi interventi, ma realizzabili, soprattutto con costi che non ricadano sulla popolazione e sulle Amministrazioni successive. L’esperienza di buon amministratore non va misurata in base al numero dei mandanti ricoperti, ma alla dote personale, professionale e morale della persona che andrà a ricoprire il ruolo del sindaco, che deve incarnare lo spirito dei cittadini di Alta Val Tidone».  Un evento ricco di spunti, che riporta l’Alta Val Tidone al centro dell’attenzione politica regionale, passaggio fondamentale per sviluppare un progetto congiunto di sviluppo del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento