Davico (Lega): «Poliziotti panzoni? Brunetta deve fare più attenzione»

Il sottosegretario all'Interno Michelino Davico a Piacenza per una riunione del comitato per l'Ordine e la Sicurezza pubblica. Su Brunetta: «La sua è una battuta da campagna elettorale, tanti uomini dello Stato s'impegnano e faticano». Sui reati: «Sono in calo, ma non bisogna abbassare la guardia». L'esponente del Carroccio, inoltre, punta sulla «razionalizzazione» dei rapporti tra Comuni e Province sulla «sburocratizzazione» amministrativa

dscf4414Un incontro per fare rete. Istituzioni, attori politici, forze dell’ordine. Perché i «reati sono in calo, ma non bisogna abbassare la guardia». Michelino Davico (Lega Nord) esordisce così nella chiacchierata con la stampa dopo la riunione straordinaria del comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, consesso che ha visto la presenza del questore Michele Rosato, del prefetto Luigi Viana e di alcuni esponenti di Governo e opposizione: Maurizio Parma, consigliere regionale del Carroccio, Paola De Micheli e Maurizio Migliavacca, deputati del Partito democratico.

L’assemblea è durata poco meno di un’ora. «Ciascuno deve fare la propria parte con competenza e professionalità - dice Davico -. Lo Stato non demanda ad altri i propri compiti, ma grazie alle nuove norme i sindaci e anche i privati cittadini possono dare il loro contributo a un quadro della sicurezza idoneo».

  Il sottosegretario: "In Italia abbiamo sempre un cavillo, siamo il Paese degli avvocati. Per questo serve la sburocratizzazione"  

Poi si parla d’identità locali. Province e Comuni hanno, nel loro modo di intrecciarsi, ancora un valido significato. «Con la riforma degli enti locali - continua il membro del Carroccio - vogliamo semplificare la vita agli amministratori, razionalizzando i rapporti tra Comuni e Province».

«In Italia - prosegue - essendoci tante leggi c’è sempre un cavillo, una sottigliezza. È per questo importantissima la sburocratizzazione di tutto il sistema amministrativo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco prima di congedarsi, Davico non lesina di rispondere indirettamente a Renato Brunetta, ministro della Pubblica amministrazione, che ha puntato il dito, due giorni fa, «ai poliziotti burocrati e panzoni che vanno mandati in strada»: «È stata una battuta per finalizzare l’attenzione, da clima elettorale. Mi pare che ci siano tanti uomini delle forze dell’ordine che s’impegnano e si danno da fare. È vero, un uomo di Governo con queste uscite dovrebbe fare più attenzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento