menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Microaree per i nomadi, Rancan (Ln): «Legge d'iniziativa popolare per abolirle»

Lo fa sapere il consigliere regionale del Carroccio, Matteo Rancan, dopo che la giunta Bonaccini ha stanziato un milione di euro per l’insediamento di nuovi spazi abitativi stabili, pubblici o privati, come alternativa ai campi nomadi

«Sulle microaree regionali per l’alloggio di rom e sinti la Lega Nord è pronta a dare battaglia». Lo fa sapere il consigliere regionale del Carroccio, Matteo Rancan, dopo che la giunta Bonaccini ha stanziato un milione di euro per l’insediamento di nuovi spazi abitativi stabili, pubblici o privati, come alternativa ai campi nomadi.

«Si tratta – accusa Rancan - di una manovra folle che amplifica il problema invece di risolverlo e un’altra volta porta avanti una sottile forma di “razzismo al contrario” nei confronti dei cittadini italiani, la maggioranza, a favore di una minoranza.  Al Partito Democratico, dopo questo trattamento di favore accordato a chi non lo merita, non concederemo alcuno sconto: siamo infatti pronti a combattere contro questo scempio. L’idea è quella di promuovere un progetto di legge d’iniziativa popolare per l’abrogazione della normativa approvata lo scorso luglio, che consente appunto l’istituzione delle microaree per i nomadi». A breve il progetto di legge sarà esposto anche a Piacenza, dopodiché in tutta l’Emilia Romagna partirà la raccolta delle firme necessarie per la sua presentazione all’Assemblea legislativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento