Molinari e Tarasconi: «I lavoratori degli appalti postali non sono di serie B»

Passa all’unanimità, nella seduta di commissione di giovedì 31 ottobre, la risoluzione sottoscritta dai consiglieri Gian Luigi Molinari e Katia Tarasconi (Pd) a sostegno dei lavoratori degli appalti postali

Molinari e Tarasconi

Passa all’unanimità, nella seduta di commissione odierna, la risoluzione sottoscritta dai consiglieri Gian Luigi Molinari e Katia Tarasconi a sostegno dei lavoratori degli appalti postali. «Abbiamo cercato di approfondire il tema incontrando gli stessi lavoratori a Piacenza i quali hanno manifestato più volte grande preoccupazione sulle loro condizioni contrattuali ormai insopportabili».

«A partire da gennaio-febbraio 2020 – ha relazionato Molinari nel corso della seduta – ci sarà un nuovo soggetto appaltatore e chiediamo quindi alla giunta di supervisionare per mettere queste persone nella condizione di lavorare decorosamente, ricevere quanto gli spetta e di poter utilizzare mezzi idonei per la consegna della posta». Secondo i consiglieri dem è quindi importante porre attenzione su questo delicato passaggio di testimone: il futuro soggetto dovrebbe garantire - oltre a un trattamento adeguato dei dipendenti - l’impegno nel prevenire la formazione di zone d’ombra e sacche di illegalità nello svolgimento del servizio essenziale. Tutto ciò per evitare quanto accaduto con le precedenti aziende.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Molinari e Tarasconi hanno infine ribadito l’importanza di tale servizio per la comunità «che è privato, ma che di fatto ha una valenza pubblica». Con questo atto di indirizzo e in collaborazione con i sindacati è urgente superare un problema che rischia di implodere. «In contrasto con la situazione critica, Poste italiane ha manifestato attenzione ed impegno per i piccoli territori e per questo motivo – hanno concluso - ci auguriamo che il confronto che chiediamo con Poste, Ministero, Ispettorato del lavoro e Sindacati avvenga al più presto per superare le anomalie denunciate».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento