Movimento 5 Stelle, nessun piacentino candidato alle Elezioni Europee

La piattaforma “Rousseau” del Movimento ha ufficializzato la prima “scrematura” dei 2600 aspiranti candidati alle Elezioni Europee: gli iscritti bocciano i piacentini

Dei 2600 aspiranti candidati del Movimento 5 Stelle alle prossime Elezioni Europee del 26 maggio sono rimasti in duecento, e non c’è alcun rappresentante piacentino. Sulla piattaforma Rousseau il Movimento ha informato gli iscritti che è stata effettuata la prima scrematura dei possibili candidati alle Europee. Hanno partecipato alla votazione in 37.256 in tutta Italia, che hanno espresso oltre 106mila preferenze (ogni iscritto poteva cliccare su massimo cinque candidati). Avevano presentato la propria candidatura ben dieci piacentini iscritti alla piattaforma, ma sono stati tutti “tagliati”. I piacentini erano Marcello Trabucchi (25enne, Lugagnano), Salvatore Aspetti (54enne, Piacenza), Danilo Valeri (50, Piacenza), Giovanni Marchesi (52, Gragnano), Cesare Rossi (45, Piacenza), Elena De’ Pantz (60, Pontenure), Lisa Baldini (29, Gragnano), Antonio Longobucco (64, Pianello), Giuseppe Rocca (34 anni, San Giorgio), Fernando Palella (37 anni, Castelvetro).

Gli emiliano-romagnoli che passano al secondo turno delle Primarie del Movimento sono: Tiziana Cipriani (Modena), Nadia Piseddu (Vignola, Modena), Elena Mazzoni (Reggiolo, Reggio Emilia), Salvatore Lantino (San Lazzaro di Savena, Bologna), Alessandra Guatteri (Reggio Emilia), Marina Gabrielli (Rimini), Carla Franchini (Rimini), Claudio Fochi (Ferrara), Luigi Delli Paoli (Rimini). Di questi non è al momento possibile sapere il numero di preferenze ottenute. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trabucchi, giovane della Valdarda già attivista sulla vicenda Carbonext a Vernasca, è stato il più votato della pattuglia piacentina con 82 voti e terzo nella graduatoria degli esclusi. A seguire Baldini con 37 preferenze, Aspetti 23, Palella 9, Valeri 8, Rocca 8, Rossi 8, De Pantz 6, Marchesi 4 e Longobucco 1. Tra gli esclusi, un bolognese dal nome e cognome poco originale: Alessandro Di Battista, ma è un 58enne di Casalecchio di Reno e non il ben più conosciuto attivista ed ex deputato romano. Così come cinque anni fa, il Movimento piacentino non riesce ad avere in lista suoi candidati. Così come non è riuscito, nè nel 2013, nè nel 2018, ad avere un rappresentante eletto alla Camera dei Deputati o al Senato della Repubblica. E' probabile che si terranno nuove consultazioni interne nel momento in cui verranno scelti i candidati per le Elezioni Regionali del prossimo autunno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Si è costituito il conducente che ha travolto e ucciso Andrea Ziotti

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Centri commerciali chiusi nel fine settimana

  • Esce illeso dall'auto in fiamme ma vede in cenere la sua Dallara da 200mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento