rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Niente streaming per le commissioni consiliari

Bocciata dal vicesindaco Baio e dal Consiglio la richiesta di Dagnino (5 Stelle): «Non vale la pena spendere le risorse per un operatore». Rabuffi e Colla: «Lo streaming è utile». Cugini: «Qualcuno non vuol far sentire cosa dice in aula»

Niente streaming per le sedute delle commissioni consiliari. Il consigliere Sergio Dagnino (Movimento 5 Stelle) ha chiesto di allargare lo streaming del Comune di Piacenza anche. Ad oggi vengono ripresi soltanto i dibattiti delle sedute del Consiglio comunale che, solitamente, si svolgono di lunedì e iniziano alle 15 (con termine alle 19). «Anni fa i 5 Stelle – ha ricordato ilSergio Dagnino-8 pentastellato - si batterono per un’attività online che ora è presente in tutte le città d’Italia e avvicina la cittadinanza».

Non è della stessa idea il vicesindaco Elena Baio. «Vale la pena spendere più soldi per un operatore dedicato a questa attività? Secondo me “no”. Non ho mai visto pubblico interessato alle commissioni, quindi ad oggi non è il caso di mettere risorse su questa voce». D’accordo con il vicesindaco il consigliere Filippo Bertolini (Fd’I): «Vanno deserte, non c’è partecipazione da parte dei cittadini. Se ci saranno tematiche importanti che li riguardano, se ne può parlare. Spenderemmo soldi per niente».

Per Luigi Rabuffi (Pc in Comune) lo streaming è fondamentale: «Conosco diverse persone che si riascoltano le sedute quando possono». «Mi sono ricreduto nel tempo. Lo streaming è utile, anche a noi consiglieri che possiamo riascoltare. Per alcune commissioni di rilevanza si può permettere ai cittadini di collegarsi», ha incalzato anche Roberto Colla (Pc Oltre). Ha polemizzato con la decisione della Giunta il capogruppoElena Baio-23 Pd Stefano Cugini: «I tassi di astensione alle elezioni sono alti, allora non dovremmo organizzare neanche quelle. Ci sono qua dentro delle persone che preferiscono non far vedere e sentire cosa dicono e come si comportano, preferiscono usare i social solo in campagna elettorale, quando fa comodo».

«Non conosco persone interessate ai nostri dibattiti che si protraggono per ore quando si potrebbero risolvere in pochi minuti», è il pensiero di Mauro Monti (Liberi). «Il video permette un controllo da parte degli elettori – ha dichiarato Michele Giardino (Misto) - alcuni consiglieri snobbano le commissioni. I piacentini non vengono in aula anche perché da un anno e mezzo è a loro proibito dal Covid. La proposta di Dagnino è sensata».  Ma il centrodestra (tranne Antonio Levoni, Michele Giardino e Mauro Saccardi) ha bocciato la richiesta. Si sono astenuti Mauro Monti, Massimo Trespidi e Andrea Pugni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente streaming per le commissioni consiliari

IlPiacenza è in caricamento