«No a siti di stoccaggio nucleare a Caorso». La Regione approva unanime

L'assemblea regionale approva la risoluzione di Marco Carini (Pd) che chiedeva di «accertarsi dell'effettivo smaltimento di tutte le scorie radioattive ancora oggi presenti nel sito»

«Totale indisponibilità» da parte della Regione Emilia Romagna ad ospitare sul suo territorio «siti di stoccaggio di scorie radioattive e di materiali di scarto derivanti dalla produzione di energia nucleare», a partire da quelli presenti nel sito di Caorso in provincia di Piacenza, al momento in fase di smantellamento. Sono le prescrizioni contenute nella risoluzione approvata durante la seduta odierna dell’assemblea regionale, presentata dal consigliere piacentino del Partito Democratico Marco Carini. Nel testo della risoluzione, Carini faceva riferimento ad alcune «indiscrezioni uscite nei mesi passati secondo le quali il territorio di Caorso potrebbe essere destinato a sito di stoccaggio», e per questo motivo chiedeva alla Giunta regionale di «accertarsi dell’effettivo smaltimento di tutte le scorie radioattive ancora oggi presenti nel sito, assicurandosi che Sogin, proprietaria della centrale dal 1999, non abbia previsto nei suoi piani di lavoro alcuno stoccaggio di tali materiali presso il sito stesso».

«La popolazione di Caorso e della provincia di Piacenza – è stato sottolineato dal consigliere regionale - ha sopportato in questi anni i disagi derivanti dal prolungato procedimento di smantellamento della centrale, per questo ho chiesto alla Regione di verificare con puntualità l’effettivo stato di avanzamento dei lavori di smantellamento della centrale nucleare e i tempi con cui Sogin sta procedendo a dar corso al piano di decommissioning».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«E’ importante che attraverso questo voto – conclude Carini – sia stata ribadita la totale indisponibilità della Regione Emilia-Romagna ad ospitare sul territorio regionale siti di stoccaggio di scorie radioattive e di materiali di scarto derivanti dalla produzione di energia nucleare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento