rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica Cortemaggiore

«Noi non compresi ma i cittadini hanno scelto i colpevoli dell'immobilismo del paese»

Il candidato del centrosinistra a Corte, Claudio Colombi, ha raccolto il 27,7 per cento dei voti alle elezioni del 3 e 4 ottobre. «Con noi si sono sentiti rappresentati tanti extracomunitari». Entra in Consiglio con Colombi anche Raman Deep Dharam, cittadino di origine indiana

A Cortemaggiore ha raccolto 623 consensi, pari al 27,7 per cento dei voti, la lista di centrosinistra "La Corte che Cambia" guidata da Claudio Colombi, pensionato di 64 anni. Davanti a lui Luigi Merli, che sostenuto da Lega e Fratelli d'Italia è stato eletto sindaco di Cortemaggiore; e Mario Fantini con la sua lista civica con esponenti di Forza Italia. 

Il centrodestra dunque a Corte ha corso diviso e su quanto accaduto al suo interno interviene anche Colombi: «Considero le due liste che contenevano i componenti del Consiglio e della Giunta colpevoli dell’immobilismo del paese e fino a qualche mese fa nessuno di loro aveva segnalato i problemi che sono stati evidenziati solo per la campagna elettorale. Sono stati i cittadini a scegliere chi hanno ritenuto responsabile di tutto questo. L’unica cosa che so è che noi abbiamo sempre evidenziato questi problemi, ma non siamo stati abbastanza convincenti affinché i cittadini cercassero un cambiamento di rotta e ci dessero la fiducia per amministrare il Comune nei prossimi cinque anni». Così quello che ora possono fare è «stare attenti e farsi sentire perché la nuova Amministrazione rispetti e mantenga le tante promesse fatte in campagna elettorale, promesse che da troppo tempo vengono sistematicamente disattese e continuamente rinviate negli anni a seguire. Quante possibilità di finanziamento abbiamo visto sfumare per la mancata partecipazione ai bandi mentre gli altri paesi della provincia, di qualsiasi orientamento politico fosse l’Amministrazione, hanno visto crescere servizi e strutture grazie a finanziamenti ottenuti con la partecipazione a bandi regionali, nazionali ed europei. Per questo continueremo a chiedere alla nuova Amministrazione di cercare bandi e finanziamenti per la realizzazione dei progetti senza gravare solamente sul bilancio comunale».

Sul risultato raggiunto dalla sua lista e su cosa non avrebbe potuto funzionare Colombi spiega: «Considero il risultato ottenuto non esaltante, ma mi rendo conto che la maggior parte dei cittadini non ha capito il cambio di passo che noi abbiamo proposto per un paese che da troppo tempo è immobile. Il paese è sempre stato di centrodestra, non c’erano tante speranze anche se si poteva ambire a qualcosa di più. Ha vinto la lista della Lega e di Fratelli d’Italia anche se da parte loro vengono sempre riproposte promesse della consigliatura precedente».

Insieme a Colombi entra in consiglio un cittadino di origine indiana che vive in Italia da quando aveva sette anni. E' Raman Deep Dharam, titolare di una ferramenta. «Sono contento delle preferenze ottenute dai miei compaesani (55, nda) ma nello stesso tempo deluso dal risultato. Credevamo che la gente di Cortemaggiore avrebbe capito la nostra proposta di cambiamento e integrazione». Di integrazione aveva parlato anche Colombi nell’intervista a IlPiacenza.it di presentazione della sua lista che aveva definito «multiculturale». E le preferenze raccolte dal candidato consigliere della sua lista «è una nota molto positiva perché è il simbolo di quell’integrazione che a Cortemaggiore non è stata presa molto in considerazione dalle altre liste: è sparito tutto, non si fa più nulla per queste per sono come ad esempio un supporto per imparare la lingua italiana. Noi abbiamo una presenza abbastanza alta di cittadini extracomunitari che però sono cittadini italiani». Colombi ha notato una maggiore partecipazione al voto da parte di cittadini stranieri e l’ha commentata così: «Si sono sentiti più rappresentanti anche dalla nostra lista: abbiamo preparato un volantino con il programma sintetizzato e tradotto in diverse lingue per coinvolgere un po’ tutti e coinvolgere le persone nella comunità, non come altri che vanno a cercare il voto di queste persone solo quando si va ad elezioni».

Colombi fa «gli auguri al nuovo sindaco Luigi Merli» e ringrazia «tutti gli elettori che hanno votato "La Corte che cambia": saranno rappresentati al meglio in Consiglio comunale. Non posso che ringraziare la mia squadra che mi ha supportato con competenza e professionalità per la stesura del programma uscito dopo un confronto aperto coi cittadini e frutto di una reale partecipazione».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Noi non compresi ma i cittadini hanno scelto i colpevoli dell'immobilismo del paese»

IlPiacenza è in caricamento