menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nucleo investigativo, Raggi: «Andava potenziato, non cancellato»

Il rappresentante de “La Piacenza del futuro” sul riassetto della Polizia Locale: «Costi degli straordinari alti o troppo attivismo del pool all’origine dello smantellamento?». La smentita dell’assessore Zandonella

«Ha destato scalpore lo smantellamento del nucleo investigativo della Polizia Locale cittadina, protagonista di molte indagini. Quali sono le reali motivazioni della cancellazione della sezione?». Samuele Raggi, consigliere de “La Piacenza del Futuro”, ha interrogato l’assessore Samuele Raggi-8alla sicurezza Luca Zandonella sulla chiusura del nucleo (composta da sei agenti) avvenuta nell'ottobre 2020. Raggi, rileggendo le voci di corridoio riportate dalla stampa locale, ha ricordato alcune possibili motivazioni della chiusura, come il costo degli straordinari della sezione o l’attivismo del pool.

«Si è deciso di concordare – ha risposto l’assessore Zandonella - in intesa con la Procura, un riassetto del settore investigativo e destinare gli agenti del nucleo in questione per un potenziamento delle attività esterne della Polizia Locale, assecondando le esigenze dei cittadini. «Per ancor più chiarezza e per completare ulteriormente la risposta, voglio citare direttamente due interviste recentemente rilasciate dalla dottoressa Pradella: per la prima è sufficiente la seguente dichiarazione: “Non sono in discussione i meriti del nucleo, ma è doveroso rispettare  le competenze. La Polizia Locale continuerà a svolgere i compiti che le sono demandati dalla legge”. La seconda è importante per quanto riguarda il contrasto alle violenze di genere: la procuratrice ha spiegato come presso la Procura è stata creata una apposita task-force composta da tre magistrate, tra cui la stessa dottoressa Pradella. Non corrisponde al vero inoltre - ha proseguito l'assessore - il fatto che le ore di straordinario degli agenti avrebbero influenzato la decisione. Facendo un controllo nel periodo 2018-2020, si parla di circa trecento ore di straordinari all’anno, in linea con quelle di altri settori. Né che il Comune abbia valutato l’operatività intensa degli agenti. Infine, il Comune, venendo accolto come parte civile ad alcuni processi scaturiti da indagini del nucleo, ha incassato 42mila euro tra il 2009 e il 2020».

«La sezione ha lavorato molto bene su temi delicati – ha concluso il dibattito il consigliere Raggi - andava potenziata e non smantellata. Era impegnata, ad esempio, su reati contro i minori e violenza alle donne. Visto che non presentava particolari spese di gestione e faceva fruttare anche qualche migliaio di euro all'anno, non andava chiusa».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento