Nuovo ospedale, a Cesena hanno già le idee un po’ più chiare

Ecco come sta andando la progettazione del nuovo ospedale di Cesena, l’altra grande opera promessa dalla Regione Emilia-Romagna due anni fa, nel momento dell’annuncio del nuovo nosocomio piacentino

Le autorità di Cesena nell'area che ospiterà il nuovo ospedale. Nella foto sotto, il rendering del nosocomio

La Regione Emilia-Romagna, ormai due anni fa, ha espresso la volontà di realizzare due nuovi ospedali – moderni e tecnologici, spaziosi ed economici nei consumi -, a Piacenza e a Cesena. All’annuncio, poi, i due territori hanno reagito in maniera differente. Piacenza ha firmato solo pochi giorni fa il protocollo, atto propedeutico allo studio di pre-fattibilità dell’Ausl e al bando di individuazione dell’area che ospiterà il nosocomio, ma ha le idee piuttosto ancora piuttosto confuse e poco chiare sul cammino. Manca l’area, manca una stima economica certa dell’intervento, manca la destinazione d’uso dell’attuale ospedale. La Regione ha inoltre ritoccato la sua “promessa” economica, passando da 200 milioni di sostegno finanziario, alla metà.

Come se la cavano, invece, a Cesena? Sono leggermente più avanti nei lavori. Si sa già che il nuovo nosocomio romagnolo vedrà la posa della prima pietra nel 2022 e la fine dei lavori nel 2025. Sarà costruito vicino al casello autostradale dell’A14 – zona “Villachiaviche” - e avrà 420 posti letto, distribuiti su un’area di 22 ettari, per una superficie complessiva di 75mila metri quadrati. A Cesena si parla di 156 milioni di euro di spesa per completare l’opera. Soldi che non arriveranno né dalla Regione, né dall’Ausl locale, ma direttamente dallo Stato: si tratta del 44% delle risorse statali che lo Conferenza Stato-Regioni mette a disposizione per la costruzione di nuovi ospedali fino al 2028. CesenaInvestimento approvato dal precedente governo Gentiloni e confermato da quello Conte. Se alla fine del progetto, costerà qualcosa in più del preventivato, il sindaco di Cesena Lucchi sostiene che saranno Regione e Ausl della Romagna a finanziare il resto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cifre e tempistiche differenti rispetto a Piacenza. Nel nostro territorio si pensa di spendere una cifra di poco superiore ai 200 milioni, e un centinaio di milioni arriveranno dalla Regione Emilia-Romagna (il resto dall’Ausl di Piacenza): a Cesena l’ospedale costerà meno. Nel Piacentino il direttore generale Ausl Luca Baldino ha sempre detto, in ogni occasione pubblica, che l’ospedale sarà pronto fra una decina d’anni: in Romagna pensano di metterci meno e di ultimare l’opera già nel 2025, impiegando un architetto di chiara fama – «archistar» - nella progettazione. Anche l’ospedale piacentino, stando alle dichiarazioni di Baldino, dovrebbe ospitare all’incirca 450-500 posti letto. E il vecchio ospedale di Cesena, il “Bufalini”, che fine farà? Anche qua le idee sono più chiare rispetto alla nostra realtà. Il Bufalini ospiterà la Casa della Salute di Cesena e un parco pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Coronavirus, l'aggiornamento del 27 marzo sui comuni del Piacentino

  • Covid-19, Piacenza piange altre 26 vittime, il totale sale a 495

Torna su
IlPiacenza è in caricamento