Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

«Occorre investire sulla Galleria Ricci Oddi, CdA da convocare»

I consiglieri dei Liberali Piacentini Antonio Levoni e Gian Paolo Ultori suggeriscono di pianificare al più presto le necessità della Galleria

«Nel 1930 il signor Ricci Oddi  - fanno sapere Antonio Levoni e Gianpaolo Ultori, consiglieri comunali del gruppo dei Liberali Piacentini - decise di donare un intera collezione di quadri di importanti pittori dell’Ottocento e dei primi del Novecento tramite una donazione modale che prevedeva per il Comune di Piacenza, in qualità di donatario, l’onere di supportare la Galleria Ricci Oddi tramite l’elargizione dei fondi necessari per lavori ordinari, straordinari e per il personale. Annualmente il CDA della Galleria avrebbe calcolato i fabbisogni della stessa, fabbisogni ai quali il Comune di Piacenza avrebbe dovuto provvedere. Arrivando ai giorni nostri, fotografando la situazione in cui si trova la pinacoteca, notiamo che le risorse annuali di competenza del comune sono quasi sempre disattese (negli ultimi due anni della Giunta Dosi 170mila euro anziché 200mila e questo anno 180mila invece dei 240mila richiesti dal Cd’A della Galleria). Noi Liberali crediamo sia doveroso rispettare i termini della donazione modale che prevedono appunto il decoroso mantenimento della Ricci Oddi da parte del donatario e cioè del Comune di Piacenza. È assolutamente necessario un impianto di climatizzazione, per ovviare al fatto che d’inverno la temperatura nelle sale espositive si aggira sui 14 gradi e d’estate oltre i 30...con le conseguenze che tutti immaginiamo. Non dimentichiamo poi l’umidità che rovina gli intonaci e danneggia le opere esposte. Ecco dunque che quel minimo impegno finanziario previsto dalla donazione diventa fondamentale. Riteniamo inoltre sia assolutamente necessario creare sinergie per valorizzare sempre di più la nostra Ricci Oddi che, non dimentichiamolo, è fra le prime in Italia e non solo. Ecco allora che noi Liberali abbiamo raccolto le firme fra i consiglieri comunali sia di maggioranza che d’opposizione per convocare a breve in commissione il Cd’A della Galleria al fine di pianificare le necessità della stessa. Crediamo inoltre sia determinante l’impegno della Banca di Piacenza (ricordiamo l’evento dell’anno scorso che ha permesso tramite l’allestimento di una bellissima mostra agli appassionati di ammirare molti dei quadri mai esposti e di proprietà della pinacoteca; mostra che ha riscosso un enorme successo ed è stata interamente finanziata dalla Istituto di via Mazzini) e della Fondazione che unite potranno rendere sempre più importante la Ricci Oddi. Noi Liberali organizzeremo anche un sopralluogo per dimostrare a tutti in che stato si trova una delle più importanti pinacoteche esistenti. Non servono solo propositi o annunci, servono soprattutto fatti concreti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Occorre investire sulla Galleria Ricci Oddi, CdA da convocare»

IlPiacenza è in caricamento