menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Erika Opizzi

L'assessore Erika Opizzi

Opizzi a Legambiente: «L’intervento segnalato non ha nulla a che vedere con il parco»

L’assessore all’urbanistica: «L’intervento in questione è del tutto legittimo, le piante saranno rimesse in base alle prescrizioni vigenti»

L’assessore all’urbanistica Erika Opizzi respinge al mittente le critiche pervenute da Legambiente sull’area ex Unicem. L’associazione ha organizzato un flash mob di protesta nei confronti del Comune di Piacenza, reo di non tutelare il verde di quest’area. «La mia politica urbanistica – risponde l’assessore Opizzi - è stata quella di ascoltare il territorio e responsabilizzare i privati chiedendo loro sempre servizi e qualità per i quartieri interessanti dai vari interventi: manifattura Tabacchi, con una ciclabile per il quartiere Infrangibile; Borgotruck centre, con una piazzetta per Gerbido; il Lidl di via Calciati, con una ciclabile e la sistemazione del monumento ai partigiani; l’abbattimento dello scheletro del Galassia, con la manutenzione dell’area verde a carico dei privati per 10 anni. Questi sono solo alcuni degli esempi più eclatanti. Ritento quello di Legambiente un attacco gratuito e inqualificabile, l’associazione non si smentisce mai per diffondere informazioni sbagliate. L’intervento in questione è del tutto legittimo in base a prescrizioni ben più vecchie di me e le piante saranno rimesse in base alle prescrizioni vigenti. Nulla centra il parco del Viale dei Tigli che potrà effettivamente diventare un parco attrezzato e sorvegliato (come richiesto dagli abitanti) solo grazie alla variante da me appoggiata e votata da questa Giunta».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento