Ospedale Castelsangiovanni, Lega: «In corso un piano della Regione per il depotenziamento»

La Lega Nord piacentina esprime insoddisfazione in merito alle spiegazioni sul futuro dell’ospedale di Castel San Giovanni fornite dal direttore dell’Azienda Usl di Piacenza, Luca Baldino, nel corso del consiglio comunale aperto tenutosi la sera del 14 giugno

La Lega Nord piacentina esprime insoddisfazione in merito alle spiegazioni sul futuro dell’ospedale di Castel San Giovanni fornite dal direttore dell’Azienda Usl di Piacenza, Luca Baldino, nel corso del consiglio comunale aperto tenutosi ieri sera. «Dalla seduta – afferma il segretario provinciale del Carroccio, Pietro Pisani – si è compreso chiaramente che è stato avviato un percorso di depotenziamento della struttura ospedaliera. Fortunatamente un gruppo di cittadini ha costituito un comitato che è stato in grado di portare a galla la verità: sono loro ad impegnarsi affinché ogni cambiamento che danneggi il bene comune

venga condiviso con coloro che la Costituzione indica come soggetto al quale appartiene la sovranità». «Depotenziare un ospedale sul quale sono state investite grosse somme – aggiunge il consigliere regionale Matteo Rancan - è senza dubbio una follia. Le spiegazioni del direttore generale dell’Ausl piacentina, alle dipendenze dell’assessore regionale alla Sanità, Venturi, non sono state esaustive e hanno mancato di rassicurare la popolazione, tanto che il destino del nosocomio è ancora sconosciuto. E quanto all’invito del consigliere regionale Tarasconi del PD, che ha invocato unità d’intenti, viene da chiedersi come sia possibile schierarsi con chi a Bologna non si batte contro il depotenziamento e poi torna a Piacenza a predicare il mantenimento dei servizi ospedalieri. Con la Lega mi impegnerò a difendere i servizi pagati dai cittadini e perché essi siano sempre informati sulle sorti del proprio territorio».

Interviene anche Valentina Stragliati, assessore alla Sicurezza a Castel San Giovanni. «A mie precise domande, come quella sulla soppressione della radiologia notturna e su ulteriori cambiamenti non comunicati – riferisce -, Baldino non ha risposto. È evidente che è in atto un disegno politico contro un presidio ospedaliero di eccellenza, concepito dal presidente regionale Bonaccini e da Venturi, del quale cittadini e amministratori locali non devono essere tenuti al corrente. Tutto ciò – prosegue Stragliati - avviene nel silenzio più completo del PD di Castel San Giovanni, probabilmente complice di un piano già avviato e comunque poco chiaro. Il diritto alla salute è sancito dalla Costituzione, per cui è dovere di ciascun rappresentante politico assumersi le proprie responsabilità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento