Ospedale di Castello, Molinari: «Strategico, priorità a chirurgia generale e ortopedica»

Ad affermarlo è il consigliere regionale uscente Gian Luigi Molinari, candidato alle elezioni del 26 gennaio

Molinari

«Non c’è dubbio che in questi ultimi mesi ci sia stato un importante lavoro di riorganizzazione della rete ospedaliera tutta, compresa quella piacentina. La popolazione ha manifestato spesso preoccupazione, soprattutto per il destino dell’ospedale di Castel San Giovanni, per il quale si è costituito un comitato e ci sono state prese di posizione accese, in particolare per l’ipotesi di un ridimensionamento dell’attività. Probabilmente in passato sono stati fatti alcuni errori, anche nelle modalità di comunicazione: urge pertanto fare chiarezza sul tema dell’ospedale della Val Tidone, che confermo essere un tassello importante del sistema sanitario provinciale, anche alla luce degli investimenti fatti in questi ultimi anni». Ad affermarlo è il consigliere regionale uscente Gian Luigi Molinari, candidato alle elezioni del 26 gennaio.

«L’ospedale di Castel San Giovanni si trova in una fase di piena evoluzione per effetto di un piano di sviluppo che intende valorizzarlo. L’intenzione è di arrivare a un suo potenziamento», chiarisce Molinari, che rilancia: «I punti fondamentali su cui agire in fretta sono la chirurgia generale e quella ortopedica. Quest’ultima, in particolare, necessita della ricostituzione di una équipe medica stabile, visto che è il comparto in maggiore sofferenza a causa del trasferimento del personale in altri ospedali», puntualizza il dem, che torna sulla questione della copertura del posto di primario di chirurgia generale.

«A seguito di un’interrogazione da me sottoscritta – spiega il consigliere – è stato chiarito che l’autorizzazione a procedere da parte della Regione per la copertura della direzione di quella Unità Operativa è stata data a novembre e ora seguirà a breve l’attivazione del concorso da parte dell’Ausl. Tutto questo costituisce la base per arrivare ad avere un centro attrattivo sui territori limitrofi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla nomina del primario infatti dovrebbe seguire «la costituzione di una équipe in grado di far fronte ai bisogni non solo del territorio, ma dell’intero sistema sanitario provinciale, caratterizzandone gli interventi e costituendo un supporto importante anche al pronto soccorso», continua Molinari, che puntualizza anche sul tema riabilitazione: «Si tratta si mantenere quella ortopedica presso l’ospedale di Castel San Giovanni per evitare difficoltà di spostamento soprattutto agli anziani, tra i principali fruitori di questo servizio; anche per la radiologia bisognerà ragionare sul potenziamento dell’organico e sfruttare al meglio le attrezzature».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

  • Perde il controllo dell'auto e finisce contro un albero, ferito un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento