menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Callori e Palmizio

Callori e Palmizio

Ospedale di Villanova, l'onorevole Palmizio scrive al ministro Lorenzin

Il deputato alla Camera chiede al ministro della Salute se intende adottare iniziative per scongiurare il trasferimento dell'Unità spinale a Fiorenzuola mantenendo inalterate struttura, funzioni e organico attualmente in forza all'ospedale

L’onorevole  Elio Massimo Palmizio, Coordinatore Regionale di Forza Italia dell'Emilia Romagna, ha trasmesso al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, una lettera in relazione all’importante presidio ospedaliero “Giuseppe Verdi” di Villanova.

Il deputato alla Camera, in relazione a tale importante nosocomio  riconosciuto come Centro di eccellenza in Italia per l’ottima assistenza ai mielolesi nonché struttura per riabilitazione intensiva  con posti di unità spinale caratterizzati da un’alta intensità di cura, fa presente che è in atto la decisione del trasferimento di tutta l’attività di riabilitazione e di recupero a Fiorenzuola d’Arda,  nonostante i sindaci dei Comuni di Parma e Piacenza, forti della petizione in atto  contro tale trasferimento abbiano sollecitato più volte la Regione sulla delicata questione.

L’onorevole Palmizio chiede  quindi al ministro preposto se intende adottare iniziative  per scongiurare il trasferimento dell’Unità spinale a Fiorenzuola d’Arda mantenendo inalterate struttura, funzioni e organico attualmente in forza all’ospedale, sia per l’importanza storico – culturale dell’ospedale e del Centro di Recupero che ospita, sia per l’eccellenza a livello nazionale in termini di riabilitazione di lesioni da traumi gravissimi,  nonchè per l’importanza sociale, economica e strategica che riveste per il paese di Villanova sull’Arda.

Fabio Callori,  Vice Coordinatore Vicario Forza Italia dell'Emilia Romagna, interviene sulla delicata situazione:  "La scelta politica di chiudere l’ospedale di Villanova, sempre ritenuto fiore all’occhiello della sanità soprattutto per la cura e per l’assistenza a persone con funzioni motorie compromesse a seguito di lesioni midollari,  deve necessariamente  essere rivista: l’Azienda  USL e la Conferenza Socio Sanitaria devono impedire che questo accada. La convenzione approvata e sottoscritta da anni in merito all’ospedale di Fiorenzuola ne prevedeva la ricostruzione quantomeno   con tutte le caratteristiche già insite. Fiorenzuola deve  pertanto restare punto di riferimento di tutto il territorio".

"Non è  quindi concepibile e accettabile - conclude Callori - la decisione del trasferimento di tutta l’attività di riabilitazione e di recupero dell’ospedale di Villanova riconosciuta peraltro anche a livello regionale. La stessa deve quindi assolutamente essere  mantenuta e addirittura potenziata con i  necessari investimenti e  i vertici hanno l’obbligo di impedirne la dislocazione e di rivedere le loro discusse e discutibili posizioni“.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento