rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
L'intervento

Partito 3V: «Ostacolare l’attendamento di un circo con animali è possibile, basta volerlo»

L’intervento del movimento: «L’intento non è quello di penalizzare una categoria di lavoratori, bensì quello di promuovere un cambiamento culturale»

«Ostacolare l’attendamento di un circo con animali è possibile, basta volerlo». Ad intervenire sul tema il partito 3V di Piacenza. «In seguito alle dichiarazioni che in questi giorni ha rilasciato la vice sindaco Baio - riporta la nota stampa del movimento - secondo le quali il comune non può vietare l’accesso sul proprio territorio ai circhi con animali, ci sentiamo di dichiarare che, se è vero che allo stato attuale delle cose non è possibile vietare l’attendamento di un circo - come demagogicamente chiederebbe la Sinistra - sarebbe invece di fatto possibile ostacolarlo, fino ad impedire il rilascio dell’autorizzazione, se l’amministrazione comunale mettesse in atto dei regolamenti che imponessero il rispetto delle linee guida per il mantenimento degli animali nei circhi emanate dal comitato scientifico CITES nel 2006 - esiste già, tra l’altro, una risoluzione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna, approvata in data 27/03/2012 atta a sollecitare i comuni ad agire in questo senso -». «E tanto altro potrebbe essere fatto, in termini di dissuasione - prosegue - come richiedere una cauzione per il ripristino del decoro cittadino dopo l’attendamento, garantire al comune il pagamento di eventuali sanzioni, prevedere un attendamento preventivo di 15 giorni con oneri, a carico dei circensi, di richiesta controlli e rilascio conformità dagli organi preposti, e così via».

«La volontà conduce alle soluzioni» continua la nota. «La nostra voce di dissenso, dunque, si distingue dai demagogici proclami della Sinistra, proclami che l’attuale candidata sindaco Katia Tarasconi avrebbe potuto, se avesse voluto, trasformare in concreti atti politici all'epoca in cui rivestiva il ruolo di Assessore con delega alla Tutela Animale e successivamente con i suoi incarichi istituzionali in regione. E si distingue anche dalle retoriche posizioni assunte dall’attuale amministrazione di Destra, che si finge impotente per mascherare la propria volontà conservatrice». «L’intento di 3V - conclude - non è quello di penalizzare una categoria di lavoratori, bensì quello di promuovere un cambiamento culturale, un’evoluzione di civiltà, che si traduca fattivamente in attività lavorative eticamente al passo coi tempi. Gli spettacoli circensi devono continuare ad allietare il nostro tempo libero senza il ricorso alla brutale schiavitù di creature nate libere, abbandonando quindi un modello di spettacolo immorale e diseducativo per valorizzare piuttosto le capacità espressive dei propri atleti ed artisti. Attuando tutte le misure che sappiamo possono essere messe in campo per scoraggiare gli spettacoli che lucrano sulla sofferenza animale, questa sarebbe l’ultima volta che un circo con animali avrebbe la possibilità di attendarsi nella nostra città, ne abbiamo la certezza».

3V - «A Piacenza è presente dal 2019, quando ha concretizzato la propria presenza sul territorio con la partecipazione alle elezioni regionali del gennaio 2020, raccogliendo centinaia di consensi in tutta la provincia. Dopo questa esperienza, 3V è rimasto sul territorio piacentino e ha lavorato con coerenza per la tutela dei diritti fondamentali di tutti, attraverso la ricerca della verità e la difesa delle libertà. Oggi, forte di due anni di impegno a fianco delle famiglie e dei cittadini, si presenta alle imminenti Elezioni Amministrative 2022 con una lista che supporta Samanta Favari alla carica di Sindaco per il comune di Piacenza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partito 3V: «Ostacolare l’attendamento di un circo con animali è possibile, basta volerlo»

IlPiacenza è in caricamento