Ottone, il vicesindaco sarà Maria Lucia Girometta: «Valorizzerò il paese»

L’ex consigliera cittadina chiamata dal sindaco Beccia a far parte della Giunta: «Dopo quindici anni di opposizione finalmente faccio parte di un’Amministrazione». Forza Italia? «Non sono più tesserata da anni, non c’è stima nei vertici regionali e locali»

Maria Lucia Girometta

«Dopo quindici anni in cui ho fatto solo opposizione, finalmente faccio parte di un’Amministrazione anch’io». Dopo un periodo di riposo succeduto a quindici anni di minoranza in Consiglio comunale a Piacenza, Maria Lucia Girometta è stata chiamata a fare parte della Giunta di Ottone dal rieletto primo cittadino Federico Beccia. Il sindaco domenica presterà giuramento nel comune dell’Alta Valtrebbia per la seconda volta e ha scelto Girometta per il ruolo di vicesindaco, con delega agli affari generali, rapporti con le istituzioni, cultura e valorizzazione territorio.

«Sono emozionata – spiega Girometta -, è la prima volta che mi trovo in maggioranza. Dopo quindici anni di interrogazioni, battaglie e segnalazioni – sempre costruttive – sarò in una Giunta che amministra un paese. Potrò essere così più concreta». «Ottone è il paese di famiglia e della mia giovinezza, il luogo dove sono cresciuta e mi sono formata. Qua ho lasciato il cuore e ora posso fare qualcosa per il paese. È un luogo importante della nostra provincia che va maggiormente valorizzato, scoperto, studiato. M’impegnerò per valorizzarlo dal punto di vista turistico, è un comune ridente di grande bellezza, con luoghi caratteristici».

Eletta per tre volte a Palazzo Mercanti, nel parlamentino cittadino, sempre nelle fila di Forza Italia a suon di preferenze, si è poi allontanata Lucia Girometta e Gloria Zanardi-2dal partito. «Non sono più iscritta a Fi dal 2017 – precisa - anno delle Elezioni Amministrative in città. Avevo aderito con entusiasmo e passione a questa forza politica agli inizi, ho sempre ammirato e stimato il presidente Silvio Berlusconi e la sua forza. Purtroppo a livello regionale e provinciale negli ultimi anni, i vertici, invece di valorizzare le persone sul territorio, le hanno affossate. E gli ultimi risultati elettorali del partito parlano chiaramente. Di Forza Italia ho bellissimi ricordi, ma un partito è fatto di uomini e negli ultimi tempi molti non sono stati degni».

Sua figlia, la consigliera comunale cittadina Gloria Zanardi, è approdata di recente in Fratelli d’Italia. Come ha visto questo passaggio? «Fd’I è un partito moderato – risponde Girometta - nel centrodestra attuale i moderati non hanno grandi alternative. Chi si riconosce in determinati valori come la famiglia e le radici cristiane, non può che ritrovarsi in Fratelli d’Italia. Io stessa ho condotto tante battaglie a Piacenza in Consiglio comunale in questo solco». Si è iscritta, oltre a sua figlia, anche lei, in Fratelli d’Italia? «No, non ancora».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

Torna su
IlPiacenza è in caricamento