Papamarenghi: «Forza Italia s’impegnerà per lo sviluppo del Po»

Il coordinatore di Forza Italia ha partecipato all’iniziativa di Carlo Mistraletti per un Po più pulito

«L’appetibilità di Piacenza – fa sapere il coordinatore provinciale di Forza Italia Jonathan Papamarenghi - come avviene per la maggior parte delle città toccate da importanti tratti fluviali, non può prescindere da una spiccata attenzione allo sviluppo della zona del lungo Po. La riqualificazione, pomposamente inaugurata dal Comune, a distanza di due anni non da ancora – ne potrà mai dare per com’è stata ideata- i frutti che altrove si colgono sia nell’interesse del tessuto commerciale che in quello di tutti i cittadini. Basti guardare, ad esempio, ai Murazzi di Torino, al lungo Mincio a Mantova, a quanto fatto a Cremona.

Dovremmo, quindi, puntare a risposte per il periodo estivo e ad attirare gente dalle città vicine in modo da non costringere i piacentini a cercare sempre alternative al nostro territorio. Il lungo Po diventi una bella “porta” per chi proviene dalla Lombardia ed un punto vivo di aggregazione giovanile. Si potrebbero, insomma, aumentare i flussi di persone da lungofiume a centro città. Negli ultimi dieci anni, infatti, notevoli sono stati gli importi impegnati dall’Amministrazione Comunale, ma mancando un progetto e una visione strategica di ampio respiro, non se ne vedono i risultati. Le uniche iniziative lodevoli possono essere attribuite ad associazioni e a privati e al lavoro delle pluridecorate Associazioni Sportive presenti.

Tra un anno ci saranno le elezioni amministrative della città e in quella circostanza Forza Italia proporrà progetti chiari, concretamente realizzabili, ed indispensabili per ridare prospettive e sguardo verso il futuro a Piacenza: tra questi si darà importanza anche alla nostra area fluviale. Negli anni le tante cesure rappresentate dalle infrastrutture viarie di ogni tipo, unitamente alla poca attenzione a percorsi alternativi, hanno tagliato fuori l’area fluviale, ma un ampio corridoio verde che leghi il centro al fiume può superare questo scoglio. A ciò deve seguire il ripensare a percorsi ciclabili e pedonali toccando l’intero territorio comunale; Il legame vivo con il Po lo si può ritrovare anche potenziando le passeggiate lungo il fiume. Va, inoltre, ripresa la promozione di un progetto di navigazione legato agli altri comuni che si affacciano sul fiume e vanno create le condizioni per dare vita nelle ore serali con concerti, aperitivi ed eventi creati ad hoc.

Secondo Forza Italia, tutto ciò non può prescindere da una spiccata attenzione ambientale, dall’integrità, dalla salubrità e dallo stato ecologico del fiume. L’ambizioso progetto dovrà quindi partire da una ampio coinvolgimento delle numerose istituzioni interessate: Comune in primis ma anche i nostri Parlamentari Europei, ARPAE, AIPO, Provincia di Piacenza, Corpo Forestale dello Stato, Associazioni locali. Per ciò la pur colorita iniziativa di sensibilizzazione promossa dal Dottor Carlo Mistraletti per richiamare l’attenzione su un tema che pare non figurare nelle agende di chi decide, è significativa e Forza Italia intende sposarla nell’ottica di un impegno preciso per Piacenza».

Carlo Mistraletti-6

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento