rotate-mobile
L'interrogazione

Parcometri, Putzu (Liberali): «Cosa ha fatto il Comune per sistemarli?»

Interrogazione orale a risposta urgente del consigliere dei Liberali dopo il servizio di Striscia la notizia

«Risale al 14 febbraio 2024 la notizia di un accordo Comune-Gps al fine di consentire il pagamento della sosta frazionando la seconda ora e quelle successive in fasce da 20 minuti. Da allora plurime ed insistenti segnalazioni da più parti pervenute, hanno evidenziato la difficoltà del pagamento in contanti con la comparsa sul display del parcometro della scritta "somma vietata" se l'utente non inserisce esattamente la cifra di 1,80 euro per la prima ora e l'eventuale esatto importo dell'ora successiva». Così Filiberto Putzu, consigliere comunale dei Liberali Piacentini, ha presentato un’interrogazione al riguardo.

«Il 17 aprile – prosegue Putzu - pur valutando la disponibilità a modifiche il gestore Gps avrebbe dichiarato che la tariffazione oraria suddivisa in tre frazioni di 20 minuti sarebbe scelta del Comune. La situazione è immutata con grave riverbero sui cittadini che solo dopo inserimento delle monete e monetine esatte possono vedere rilasciato dalla macchinetta il tagliando di sosta. Altresì che risulta -che nei giorni scorsi - un inviato di “Striscia la Notizia” ha affrontato il tema parcheggio a Piacenza senza riuscire a pagare la sosta, e nei prossimi giorni a questa situazione verrà data amplificazione a livello nazionale». Putzu chiede di conoscere «quali misure l'Amministrazione abbia finora intrapreso e voglia ulteriormente intraprendere per far sì che il cittadino possa facilmente pagare in contanti - come avviene in qualsiasi altra città italiana - il periodo di sosta di cui necessita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcometri, Putzu (Liberali): «Cosa ha fatto il Comune per sistemarli?»

IlPiacenza è in caricamento