Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica Borgonovo Val Tidone

Bonaccini ospite di Patelli, «Occasione per offrire a Borgonovo un nuovo modo di lavorare»

Il presidente della Regione giovedì 16 settembre sarà nel comune della Valtidone per presentare il suo ultimo libro. Nella mattinata visiterà insieme alla candidata a sindaco alcune realtà produttive

(repertorio)

Monica Patelli, candidata a sindaco della lista civica “BorgoNuova”, sostenuta dal Pd, invita Stefano Bonaccini. Il presidente della Regione Emilia-Romagna giovedì 16 settembre sarà ospite del comune della Valtidone per presentare il suo ultimo libro, “Il Paese che vogliamo”. L’incontro si terrà alle ore 12 in piazzetta Metteotti e sarà moderato da Mauro Molinaroli.

«Durante la mattinata Bonaccini visiterà insieme a Monica Patelli alcune importanti realtà produttive di Borgonovo» riferisce la nota stampa di BorgoNuova. «La presentazione del libro è inoltre concepita da Patelli come una preziosa occasione per offrire a Borgonovo un nuovo modo di lavorare, di affrontare i problemi, di fare rete da subito con le Istituzioni. Idee che si materializzano, nuovi progetti, sogni da realizzare. Investimenti per un presente e un futuro da protagonisti. Proposte attuate in una regione, ma soprattutto per un Paese in cerca di riscatto».

«Come racconta lo stesso presidente Bonaccini - prosegue - “qui c’è tutto ciò che conta, ciò che siamo e ciò che vorremo essere. Vale per l’Emilia-Romagna, vale per l’Italia. Allora riprendo gli appunti sparsi, quelli di ogni giorno. I pensieri, le scalette delle cose da fare e di quelle da dire nelle tante tappe che scandiscono la giornata, le questioni da verificare e gli spunti di lavoro, i suggerimenti che mi arrivano. Decido di sistemarli. Per tenere il filo di un cammino. Sono quelli che potete leggere nelle pagine di questo libro. Non un programma per l’Italia o un manifesto elettorale. Sono le cose che annoto ogni giorno toccando con mano i problemi, provando ad allargare lo sguardo al Paese e allungando la vista oltre la contingenza. Ho il privilegio di essere nato e di vivere in una bellissima regione, insieme all’orgoglio di amministrarla da sei anni. Ma l’Emilia-Romagna non basta a sé stessa. I problemi che affrontiamo non sono poi così dissimili nel resto della penisola. Soprattutto quelli che riguardano il nostro futuro, il cambiamento necessario, gli obiettivi per realizzare il Paese che vogliamo”».


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonaccini ospite di Patelli, «Occasione per offrire a Borgonovo un nuovo modo di lavorare»

IlPiacenza è in caricamento