Pavesi bacchetta Giunta e Comune: «Autorizzate due palazzine anomale nei pressi dell’area ex Unicem»

Il consigliere comunale leghista segnala due costruzioni ritenute "fuori contesto". E Sergio Pecorara (Fi) rilancia: «I consiglieri non partecipano alla commissione per la qualità architettonica e il paesaggio. Ed è ora di nominarne una nuova»

Nelio Pavesi (Lega). Sotto, Sergio Pecorara (Forza Italia)

Nelio Pavesi, consigliere comunale della Lega, è un battitore libero di Palazzo Mercanti. Da tempo si è ritagliato un ruolo di “bastian contrario” all’interno della maggioranza e pungola con frequenza la Giunta e anche la macchina comunale a portare avanti al meglio le proprie attività. Particolarmente critico il suo intervento durante il Consiglio comunale del 25 maggio. Pavesi, prendendo la parola in apertura, si è «sentito preso in giro come cittadino e come consigliere comunale dagli uffici dell’urbanistica del Comune di Piacenza. Perciò anche se faccio parte della maggioranza devo togliermi qualche sassolino dalla scarpa». Il leghista è entrato nello specifico della sua comunicazione. «Nel 2014 alcuni cittadini – ha spiegato con tono polemico - volevano acquistare una villetta tri-familiare nella zona ex Unicem, in un comparto di sole villette. Vicino a questa villetta c’era un’area di proprietà di una cooperativa fallita: i cittadini mi hanno chiesto poi da consigliere di informarmi sulla destinazione d’uso di quell’area, prima di comprarla». Sergio Pecorara-3

«All’epoca – ha proseguito Pavesi - un tecnico comunale mi disse che in quell’area libera si sarebbero potute costruire soltanto palazzine alte fino a tre piani, non di più, visto il contesto». I conoscenti di Pavesi hanno così comprato a una determinata cifra. «Quest’anno sono invece spuntate due costruzioni anomale, e si è iniziato a scavare a inizio 2018 per realizzare due condomini di 16 metri di altezza in un contesto di villette, e l’area verrà quindi deprezzata. L’istruttoria è stata seguita da un tecnico che, a voce, mi ha detto di non saperne nulla». Pavesi riporta la sua segnalazione al Consiglio comunale. «Sorpresa della cosa mi sono parsi sia l’assessore all’urbanistica Erika Opizzi, sia altri funzionari del Comune di Piacenza: tutti sembrano sorpresi per quelle due costruzioni, in totale disarmonia in quel contesto residenziale. C’era bisogno di costruire due palazzine così alte, che stravolgono l’equilibrio estetico di quel comparto? C’è un impatto negativo in quella zona, e poi abbiamo tanti di quei appartamenti sfitti in città, non si sente bisogno di costruire ancora». Pavesi non ha risparmiato critiche alla Giunta Barbieri. «Non va bene, cominciamo male in questo settore con la nuova Amministrazione. Voterò con coscienza i prossimi provvedimenti, nel rispetto degli interessi dei cittadini. Sono già pentito di aver votato con la maggioranza altri provvedimenti». Sulla questione non si è espresso nessun altro componente dell’Amministrazione, ma il capogruppo di Forza Italia Sergio Pecorara si è lamentato di un altro aspetto che riguarda l’urbanistica. «Trovo molto strano – ha detto Pecorara in aula subito dopo il collega della Lega - che i consiglieri comunali non abbiano mai partecipato per alla commissione per la qualità architettonica e il paesaggio. C’è perplessità, è consultiva, ci dice l’attuale presidente Marcello Spigaroli, però si chiede all’assessore Opizzi di fare qualcosa al riguardo. Senza nulla togliere ai componenti di quella commissione, però facciamo presente che è scaduta con la fine del precedente mandato amministrativo ed è ora di nominarne un’altra al più presto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento