Pavesi striglia l’Amministrazione: «Non sta cambiando nulla»

Il consigliere della Lega Nord Nelio Pavesi ha ritirato due interrogazioni (su teatri e Fondazione Toscanini) e bacchetta la stessa maggioranza di cui fa parte: «Ho sentito da qualcuno che la gestione dei teatri è di poca importanza. Qua si sta andando avanti solo con l'ordinaria Amministrazione»

Nelio Pavesi, consigliere della Lega Nord

Piovono critiche sull'Ammininistrazione Barbieri. Fin qui nulla di straordinario: le proposte di una Giunta trovano il consenso della propria parte politica e le valutazioni spesso negative delle minoranza. Stavolta però l'osservazione critica arriva dall'interno della maggioranza, precisamente dai banchi della Lega Nord. Il consigliere del Carroccio Nelio Pavesi ha infatti presentato e poi ritirato - durante il Consiglio comunale del 30 ottobre - due interrogazioni, che riguardavano la gestione del teatro Municipale e i rapporti con la Fondazione Toscanini. Mentre ha ritirato gli atti, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa.

Secondo Pavesi, si legge nella sua prima interrogazione, «la Fondazione Teatri è in grado di gestire direttamente la prosa del teatro Municipale. Si tratta di importi elevati per gestire l’attività di prosa, mentre Teatro Gioco Vita si limita alla selezione degli spettacoli da ospitare». Il consigliere voleva sapere le intenzioni future sulle voci per il teatro nel futuro bilancio. «Avevo preparato una mia relazione dettagliata – ha detto in aula Pavesi - ma poi c’è stato un incontro tra il sindaco Barbieri e Teatro Gioco Vita, nella persona di Diego Maj. Sarà il sindaco, che è anche presidente della Fondazione Teatri, a prendere i giusti accordi. Ho fiducia in lei». Pavesi è stato poco chiaro sui motivi del ritiro dell’interrogazione. «Vorrei tanto sapere la risposta a questa interrogazione, ma non la illustro e la ritiro. Mi è giunta voce che per alcuni colleghi della maggioranza il teatro è una “cosa di minore importanza”. “Ci sono cose più importanti da gestire”, dice qualcuno. Per questo motivo lo ritiro e non ne parliamo più, così i colleghi della maggioranza saranno contenti».

Nella seconda interrogazione Pavesi chiedeva lumi sul contributo da 66mila euro alla Fondazione Toscanini per “costi di collaboratori e personale distaccato”, ma ha fatto cadere anche questa domanda. «Si tratta di un importo rilevante – si legge nel testo poi ritirato dal consigliere - che non trova rispondenza nei servizi erogati dalla Fondazione Toscanini a distanza ormai di anni dalla cessazione dei rapporti per la gestione del Teatro Municipale». Pavesi chiedeva così di «conoscere le intenzioni sui rapporti con la Fondazione Toscanini, che non trovano giustificazione».

Raggiunto a margine del suo intervento in Consiglio, Pavesi ha speso parole ancora più dure nei confronti della “sua” maggioranza. «I dirigenti del Comune - spiega il rappresentante della Lega Nord - ci dicono che nel prossimo bilancio dovremo “stringere la cinghia”, perciò segnalo all’Amministrazione il mio punto di vista: esternalizzare la gestione della prosa del Municipale fa perdere tanti soldi all’ente. Qualcuno della maggioranza, non faccio il nome, mi ha suggerito che non dobbiamo mettere in difficoltà la Giunta presentando interrogazioni del genere. Io faccio il consigliere per la cittadinanza, per la comunità piacentina. Bisogna pensare ad avere risorse per sistemare le strade e i marciapiedi che fanno schifo. Visto che ci viene detto che “non ci sono soldi” m’impegno per aprire delle discussioni. I piacentini non possono essere solo “sudditi pagatori” di tasse. Sono rimasto deluso anche da come si sta comportando il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Caruso». Pavesi sembra non ravvisare quel cambio di passo promesso in campagna elettorale. «La verità è che la città è troppo piccola, si conoscono tutti, si agisce in una logica di “larghe intese” e non c’è la volontà di cambiare le cose. E così la Giunta sta andando avanti solo con l’ordinaria Amministrazione, votando provvedimenti e decisioni assunte dalla precedente Amministrazione. Sono un po’ stufo di questa situazione». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento