Romersi (Pd): "Serve un partito rinnovato, nessuno vale più di altri"

Lancia la sua candidatura alla guida dei Democratici piacentini Pierangelo Romersi, capogruppo Pd in Consiglio comunale. Stoccata all'altro candidato, Silva: "La sua candidatura è nata da un errore di metodo, era già nota dieci giorni prima dell'Assemblea del Pd"

Un segretario coraggioso. Così è stato presentato ieri Pierangelo Romersi da Patrizia Calza nel corso di una serata che ha segnato il lancio della candidatura alla guida del Pd piacentino per il capogruppo democratico in consiglio comunale cittadino. "Pierangelo è una persona entusiasta, con una forte passione per la politica, coraggioso: e in questo momento al Pd servono appunto persone che assumano scelte con coraggio", è intervenuta la Calza.

RINNOVAMENTO - La parola è quindi passata a Romersi, che ha illustrato il suo modo di vedere il partito. Ad iniziare dalla necessità di rinnovarlo. "Un rinnovamento - ha affermato - che va fatto sentire e va fatto vedere: vedere nelle persone che rappresentano il Pd, sentire in quello che diciamo". Altro punto forte del programma del candidato è il rapporto stretto costante con il territorio, al punto da prevedere un esecutivo con sei rappresentanti provenienti da altrettante aree rappresentative di tutta la nostra provincia, scelti direttamente dai circoli locali.

NO A CHI CREDE DI ESSERE PIU' FORTE - E ancora, quello immaginato da Romersi è un partito dialogante, capace di parlare con la gente, con l'astensionista come con l'incerto, con l'elettore come con l'uomo della strada, senza arroccarsi su posizioni prestabilite. Una forza moderna in cui le decisioni vengano assunte mediante il metodo del confronto, senza imposizioni di sorta, ma anche un partito in cui, fatta una scelta, questa viene portata avanti con decisione, senza tentennamenti. Una stoccata non è mancata quindi nei confronti della candidatura di Vittorio Silva, "nata da un errore di metodo, dal momento che era ben nota già dieci giorni prima dell'Assemblea del Pd", ha sostenuto Romersi. No, quindi, ad un Pd nel quale ci sia chi crede di essere il più forte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

NESSUNO VALE PIU' DI ALTRI - E l'occasione di incrinare la supposta superiorità di cui alcuni pensano di beneficiare è appunto rappresentata dalla sfida congressuale. "Ora è il momento di cambiare e farsi sentire: non c'è nessuno che vale più di altri". Questi il programma e la candidatura attorno ai quali si ritrovano non solo Area Democratica, ma anche tanti esponenti democratici non strettamente legati alla corrente franceschiniana. Come Gianni Cravedi, intervenuto per sottolineare il proprio sostegno a Romersi. "Fa piacere votare per un segretario giovane", ha affermato. "Servono giovani per costruire il partito del futuro, un partito che sappia guardare avanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento