Pd, gli appuntamenti elettorali dei candidati De Micheli e Gazzolo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Paola De Micheli e Luigi Marattin presentano le proposte su Giovani e lavoro

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Paola de Micheli parteciperà insieme all’economista Luigi Marattin ad una iniziativa pubblica sul tema “Giovani lavoro e sviluppo. Le proposte del PD” che si terrà mercoledì 14 febbraio alle 18 nella sala interna del Barino in Piazza Cavalli. Entrambi candidati alla Camera dei deputati, Paola De Micheli ha mosso a Piacenza, com’è noto, i suoi primi passi in politica fino a raggiungere importanti incarichi governativi, l’ultimo dei quali la vede impegnata come Commissario alla ricostruzione delle zone terremotate del centro Italia, senza che questo l’abbia distolta dall’impegno a favore del territorio piacentino. Luigi Marattin,39 anni, docente di Economia Politica presso il Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Bologna, è Consigliere Economico per la finanza pubblica di Palazzo Chigi, ha iniziato il suo impegno politico come amministratore del Comune di Ferrara.

Diritti: quelli conquistati e quelli che verranno. Paola Gazzolo interviene al Baciccia

In vista del giorno dedicato a San Valentino la candidata al Collegio uninominale del Senato Paola Gazzolo invita tutti ad un aperitivo conferenza stampa sul tema dei diritti civili.L’iniziativa si terrà al Baciccia alle 18 di martedì 13 febbraio. Porterà la sua testimonianza una coppia in procinto di unirsi civilmente. La legislatura che sta per concludersi ha rappresentato una grande stagione dei diritti civili, nella quale hanno visto finalmente la luce provvedimenti rimasti finora solo tra le buone intenzioni: Da unioni civili e coppie di fatto al biotestamento, dal Dopo di noi alla legge sugli orfani delle vittime di reati domestici, sono molti i provvedimenti che hanno visto la luce. Altri diritti dovranno essere conquistati: la parità di genere, in particolare nelle retribuzioni su cui troppo spesso esiste un divario ingiustificato. Il contrasto alle dimissioni in bianco che spesso le donne devono sottoscrivere al momento dell’assunzione, nonostante sia impedito dai Decreti attuativi del Jobs Act. Il riconoscimento dei diritti dei bambini e la relativa riforma delle adozioni: Il rifinanziamento del fondo per i centri antiviolenza.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento